/ Territorio

Territorio | 21 ottobre 2021, 14:53

Besozzo, green pass obbligatorio alla giornata ecologica: sui social si scatena la rissa

Il bell'evento giunto alla quinta edizione e organizzato da "Sei di Besozzo se" e "Sei di Bogno se", col patrocinio del Comune, si farà comunque, ma le offese rivolte pesano tanto che un'organizzatrice si ritira: «Pensate solo a lamentarvi, quando invece c'è bisogno di rimboccarsi le maniche. Non servono grandi gesti, solo un minimo di civiltà»

La giornata ecologica besozzese del 2019

La giornata ecologica besozzese del 2019

La giornata ecologica in programma domenica 24 ottobre a Besozzo, organizzata dai gruppi Facebook "Sei di Besozzo se" e "Sei di Bogno se" e dall'associazione "Dizionario Ecologista", con il patrocinio del Comune, finisce in rissa; scaramucce per fortuna solo virtuali, sui social, ma non per questo meno avvilenti e offensive, soprattutto per gli organizzatori, tanto da far ritirare l'adesione a "Sei di Bogno se".

Motivo del contendere, l'obbligatorietà per i partecipanti alla manifestazione di esibire il green pass; l'annuncio delle modalità di partecipazione, che prevede anche l'obbligo dell'uso della mascherina e il rilevamento della temperatura, ha scatenato la bagarre su Facebook.

Sono volate parole grosse o offensive rivolte contro gli organizzatori, da indurre uno degli organizzatori, Lidia Maffeis amministratrice di "Sei di Bogno se", a ritirarsi non senza rinunciare a togliersi qualche macigno dalle scarpe. «Viste tutte queste inutili polemiche personalmente mi tiro fuori - scrive Lidia - ho creduto in questo progetto, ho contribuito a crearlo, ma mi sono resa conto che non ne vale la pena, alla fine tutti sapete solo lamentarvi. Io non sono così, io mi rimbocco le maniche e pulisco, al di fuori della giornata ecologica; passeggio per i boschi con i miei sacchi e raccolgo ciò che i cittadini modello lasciano ovunque e poi trovo amici che mi offrono il baule della loro macchina da riempire; non servono grandi gesti, solo un minimo di civiltà. Ve la lascio tutta».

La manifestazione di domenica si svolgerà comunque. «Siamo molto dispiaciuti e rammaricati dalla decisione di Lidia - commenta Maria Luisa Torre, amministratrice del gruppo "Sei di Besozzo se" - noi andiamo avanti e non ci lasciamo intimorire o impressionare dall'ignoranza della gente. Siamo obbligati ad attenerci alle regole che non ci siamo inventate noi. Purtroppo oltre al green pass a certe persone mancano educazione e rispetto, leoni da tastiera che si divertono a fare discussioni inutili».

Per chi volesse partecipare alla giornata ecologica, il ritrovo è domenica 24 ottobre alle 9 al palazzo comunale di Besozzo, con partenza alle 9.15. 

 

Matteo Fontana

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore