/ Basket

Basket | 17 ottobre 2021, 11:46

Il viaggio vero parte da Cremona: quanto vali quest’anno, Varese?

Openjobmetis in trasferta al PalaRadi (palla a due ore 19.30) dopo i cimenti impossibili con Virtus e Milano: da qui in poi, con la squadra al completo e avversari più abbordabili, si capirà quale stagione aspetterà i biancorossi. Padroni di casa senza Poeta: Spagnolo al suo posto. Beane titolare al posto di Wilson?

Foto Fabio Averna

Foto Fabio Averna

Alla palla a due di questa sera (ore 19.30), la Openjobmetis Varese sarà dove doveva essere. E il dovere è concetto ben diverso dal piacere: sì, sarebbe stato bello immaginare e guadagnare nel ruolino la sorpresa di una vittoria contro Virtus Bologna o Milano (e in questo non ci si è andati lontanissimo), ma la verità è che 1 vittoria e 2 sconfitte doveva essere il bilancio dopo le prime tre del calendario e 1 vittoria e 2 sconfitte è stato.

Ora si parte per il viaggio, quello vero. Quello che dirà quanto davvero valga la Varese di quest'anno.

LA SITUAZIONE

Qui Cremona. Due sconfitte piuttosto nette contro Venezia e Trento, una vittoria (segnando 94 punti) a piegare la Fortitudo: il tutto dopo una Supercoppa vissuta in piena emergenza, tra infortuni, sostituzioni di giocatori e atleti tesserati in ritardo. Questo il cammino stagionale finora della Vanoli, che oggi si presenterà al cospetto dei biancorossi - quasi sicuramente - con un altro problema d’organico non da poco: la defezione dell’eterno leader (e storica spina nel fianco varesina) Peppe Poeta, out per un problema al polpaccio.

Qui Varese. Se il campionato prealpino “inizia" ora, dopo le durissime salite rappresentate da Virtus e Milano, lo fa al gran completo. Undici giocatori undici a disposizione di coach Vertemati: “radio allenamenti” ha detto che la settimana appena trascorsa ha visto intensità e salute nelle sessioni di Ferrero e compagni. Con un particolare da sottolineare: il coinvolgimento sempre più frequente di Anthony Beane negli schemi del quintetto titolare. Un “ultimo avviso” a Wilson?

L’UOMO CHIAVE

Qui Cremona. Squadra di esterni pungenti, veloci e ballerini la Vanoli, con un centro di gravità permanente sperato nei 208 centimetri di Jamuni Mcneace. Senza Poeta, tuttavia, la scelta dell’uomo chiave non può che cadere su Matteo Spagnolo, il baby prodigio (classe 2003) in prestito dal Real Madrid che in questo primo scampolo di annata, al suo esordio in Serie A, sta dimostrando tutto il suo talento: 10 punti di media, 50% da 3 e 3,3 assist. La guida, oggi, sarà in mano sua.

Qui Varese. Si va da John Egbunu: il miglior centro del campionato, finora? Numeri alla mano - 13,3 punti di media e 12,7 rimbalzi - il nigeriano se la gioca. Oggi avrà di fronte un avversario sulla carta quotato, ma un’altra conferma sulla falsariga delle prestazioni precedenti porterebbe Varese molto vicino allo scacco del PalaRadi. 

LA STATISTICA

Qui Cremona. Al PalaRadi si affrontano due squadre decisamente senza il fuoco nelle polveri: 27,3% da 3 per Cremona, 25,4% per Varese, rispettivamente terzultima e ultima nella speciale graduatoria. Vincerà chi saprà fare un po’ meglio del solito?

Qui Varese. Un po’ la “tragedia” del PalaDozza (-41 con soli 56 punti segnati), un po’ il calendario (le due più forti già incontrate), un po’ l’assenza fino a domenica scorsa di Trey Kell: nel mix di tutto questo non brillano le cifre offensive di Varese. Una in particolare, i punti segnati: 70 di media, ultima della Serie A. Il dato non fa fede del potenziale offensivo biancorosso: oggi inizia il cammino atto a dimostrarlo.

GLI EX

Qui Cremona. Nessuno

Qui Varese. Quella tra Cremona e Andrea Conti è una storia di vita, affetto e riconoscenza che non si può cancellare. Sotto al Torrazzo l’attuale general manager della Openjobmetis ha passato le ultime stagioni da giocatore (tra Soresina, Juvi e Vanoli), poi ha vissuto la transizione in giacca e cravatta, diventando (era il 2013) team manager e quindi direttore generale, tra grandi soddisfazioni (stagione 2015/2016: semifinali in coppa Italia e quarto posto in campionato) e il “buio” dell’anno successivo, con una retrocessione sanata solo da un ripescaggio. A Cremona è nata anche la sua famiglia.

PAROLA AI COACH

Qui Cremona. Paolo Galbiati: «Siamo a presentare la partita con Varese che arriva dopo lo schiaffo preso a Trento la scorsa settimana; speriamo che ci abbia insegnato qualcosa. Arriviamo da una settimana in cui Peppe Poeta non si è ancora potuto allenare, vediamo se riuscirà ad essere della partita avendo fatto solo lavoro a parte e qualcosa di cinque contro zero. Per il resto abbiamo ancora un paio di allenamenti per preparare al meglio l’incontro. Varese è una squadra molto fisica con due giocatori importanti quali Alessandro Gentile, che sta giocando tantissimi possessi e lo sta facendo molto bene, ed Egbunu che ha una fisicità che forse oggi noi non abbiamo ancora trovato. Hanno un buon gruppo di giocatori e anche il rientro di Kell li rende ancora più completi perché ha grande fisicità e ottime letture in attacco. Sono una squadra molto tosta che forse è più avanti dal punto di vista della consapevolezza di quel che serve in questo campionato, avendo già affrontato le due corazzate Virtus Bologna e Olimpia Milano. Per quanto ci riguarda vediamo se siamo stati bravi a toccare le corde giuste nei giocatori. Credo sarà una partita diversa rispetto alle due partite di Supercoppa perché quello rimane comunque precampionato. Noi non eravamo quello che siamo ora anche se stiamo ancora cercando i nostri equilibri e stiamo ancora lavorando per arrivare a mettere sul parquet il nostro massimo. Lo stiamo facendo ogni giorno ma purtroppo il fatto di non essere mai al completo allunga un po’ i tempi e complica le cose».

Qui Varese. Adriano Vertemati: «Anche questa settimana ci siamo allenati bene senza alcuna defezione. Le sensazioni della partita contro Milano sono state trasformate in maniera positiva dalla squadra e l'intensità degli allenamenti è stata buona. Ora non ci resta altro che finalizzare il lavoro. Domenica affrontiamo una Cremona diversa da quella che abbiamo già fronteggiato in Supercoppa perché avevano assenze determinanti. I punti in comune rispetto a quelle due partite sono la voglia di giocare in campo aperto e la capacità di correre in contropiede, sia grazie a giocatori abili a correre, come Pecchia, sia grazie a giocatori come Poeta e Spagnolo che hanno la capacità di lanciare i compagni senza palla. Cremona è una squadra che ama giocare ad alto ritmo e molto brava ad utilizzare il pick'n'roll; in attacco può contare sul talento di Harris che è un giocatore in grado di dare quell'imprevedibilità che rende la Vanoli una squadra estremamente pericolosa. Per riuscire ad avere la meglio dovremo limitare ad ogni costo i canestri subìti in contropiede e quelli subìti in situazioni di taglio. Inoltre dovremo limitarli a rimbalzo offensivo dove sono molto volitivi ed arginare i giocatori principali. La parte principale del lavoro, però, deve essere fatta nelle transizioni difensive e nell'attenzione dei posizionamenti difensivi».

VANOLI CREMONA-OPENJOBMETIS VARESE (PalaRadi ore 19.30)

CREMONA: 0 Agbamu, 2 Harris, 3 Sanogo, 4 Mcneace, 6 Pecchia, 8 Poeta, 9 Spagnolo, 13 Tinkle, 25 Cournooh, 31 Miller. All. Galbiati

VARESE: 3 Kell, 5 Gentile, 6 Amato, 7 Beane, 9 Sorokas, 10 De Nicolao, 11 Wilson, 15 Egbunu, 21 Ferrero, 22 Jones, 30 Caruso. All. Vertemati.

ARBITRI: Loguzzo, Borgioni, Gonnella

DIRETTA: varesenoi.it (testuale quarto per quarto), Discovery plus

Fabio Gandini


Vuoi rimanere informato sulla Pallacanestro Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo PALLACANESTRO VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PALLACANESTRO VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore