/ Territorio

Territorio | 13 ottobre 2021, 09:00

“Fratelli” commissariati a Fagnano: «Bisogna capire perché. Dudi lo conosciamo bene, avremo modo di confrontarci»

Una settimana dopo l'esito elettorale, che ha visto Fratelli d'Italia assente (almeno nei simboli) in tutte le compagini in corsa per la poltrona più alta del Castello, la decisione del coordinamento provinciale. Federico Fasolino, referente di “Fagnano Tricolore”, fa un'analisi del voto e rilancia

Federico Fasolino

Federico Fasolino

Una settimana dopo l'esito elettorale, con l'elezione a sindaco di Fagnano Olona di Marco Baroffio, la compagine di “Fagnano Tricolore” che candidava Piera Stevenazzi fa un'analisi del voto. E il capolista, oggi referente del gruppo, Federico Fasolino, non usa mezzi termini per definirla una campagna di «successo. 514 voti e l'11% di preferenze in soli tre mesi dalla costituzione del gruppo non si possono definire altrimenti – rimarca il responsabile della compagine – Portiamo un nostro rappresentante in consiglio comunale, che per il momento è Piera Stevenazzi. Successivamente valuteremo il da farsi al nostro interno».

Esserci. O meglio, starci di nuovo tra i banchi del Castello è importante per “Fagnano Tricolore”. E a chi accusa la lista (scaturita dall'ex gruppo consiliare di Fratelli d'Italia) di essere stata creata per far perdere il centrodestra dopo le fratture emerse durante il mandato di Elena Catelli, Fasolino non le manda a dire: «Innanzitutto non è per niente vero e nemmeno matematico che avremmo preso gli stessi voti correndo in coalizione. Volevamo allontanarci da alcune persone e logiche e lo abbiamo fatto. Con successo. Adesso non ci accusino di nulla – rincara il referente – anche perché, se vogliamo dirla tutta, si sono presentati agli elettori come centrodestra senza rappresentarlo totalmente».

Non c'era Fratelli d'Italia, per l'appunto, a sostenere la candidatura di Luciano Almasio. E nemmeno il simbolo, perché tutta compagine dei meloniani di Fagnano Olona è confluita nel nuovo gruppo, rinunciando allo “stemma” di partito in forza delle decisioni prese a livello provinciale: dall'ex presidente del circolo, Fabio Pigni, a Federico Fasolino, Claudia Guaglianone e Piera Stevenazzi.

Così è notizia proprio dell'altro ieri, che la sezione fagnanese di Fratelli d'Italia è stata commissariata dal coordinatore provinciale Andrea Pellicini (LEGGI QUI) e affidata a Edoardo Franchin, già consigliere comunale di Cassano Magnago. «Innanzitutto bisognerebbe capirne meglio i motivi – dice Fasolino che maschera diplomaticamente il suo stupore – In ogni caso, “Dudi” (Franchin, ndr) è una persona a noi molto vicina. Siamo contenti che c'è lui. Avremo modo di confrontarci e condividere tante cose». Anche se una rimane ben chiara: il percorso di “Fagnano Tricolore” è soltanto all'inizio. E Federico Fasolino lo ribadisce: «Ci siamo trovati e abbiamo rilanciato la nostra proposta. Chi è rimasto sa che vogliamo creare un gruppo forte che lavori per Fagnano».

A.M.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore