L'informazione in Casa | 11 ottobre 2021, 00:01

Esempi concreti per salvaguardare e riqualificare le architetture della nostra città

VIDEO - Nella diretta di mercoledì 6 ottobre de “L’Informazione in Casa”, la rubrica dedicata al mondo immobiliare, Matteo Morrocchi e l'ingegner Riccardo Aceti hanno proposto una nuova visione delle architetture varesine, da salvaguardare o riqualificare

Esempi concreti per salvaguardare e riqualificare le architetture della nostra città

Prima diretta per Kedros Real Estate ma non per il titolare e agente immobiliare Matteo Morrocchi, per l’occasione in “virtuale” compagnia di Riccardo Aceti, ingegnere civile esperto in opere strutturali, professore presso il Politecnico di Milano e titolare dello Studio Aceti di Varese.

In questa live de L’Informazione in Casa, rubrica di informazione dedicata all’immobiliare, i due esperti hanno riflettuto su un tema molto importante per la nostra città: le azioni di riqualificazione e mantenimento delle architetture varesine, a partire dalla prevenzione e diagnostica tanto di immobili quanto di strutture più ampie.

«L’immobile esistente - spiega Aceti - viene valutato anche in funzione della sua salvaguardia o di una sua riqualificazione. Innanzitutto, credo sia opportuno, se non necessario, quando si studia un immobile esistente, coinvolgere una serie di professionisti e tecnici che possono operare in ambito di multidisciplinarietà. Se in passato, infatti, era sufficiente il consiglio dell’amico ingegnere, architetto, geometra, oggi è indispensabile avere fin da subito un parere sia sugli aspetti architettonici, funzionali e tecnologico-impiantistici del bene in vista di una possibile riqualificazione»; una valutazione ad hoc, quindi, per ogni immobile, che consideri anche gli aspetti iconici, storici, monumentali e condizioni a contorno che lo caratterizzano.

Rispetto agli ultimi anni, inoltre, c’è stato un approfondimento tecnico e di ricerca che permette, attraverso elementi tecnologicamente avanzati a livello di muratura o calcestruzzo, la salvaguardia e il mantenimento della durabilità della struttura, oltre alla possibilità di effettuare opportuni interventi mirati, non così invasivi come intere ristrutturazioni strutturali, con attenzione al rispetto delle normative attuali.

Il Grand Hotel del Campo dei Fiori è un esempio dal punto di vista tecnico: «Già più di 100 anni fa rappresentava un’innovazione, con una struttura molto aderente alla montagna e fondamenta inserite nella roccia, un importante punto di stabilizzazione al suolo; era anche una risposta alle esigenze costruttive, senza gli strumenti moderni sono stati in grado di costruire elementi orizzontali e verticali robusti. Questo consentirebbe, qualora non ci fosse l’esigenza di riqualificarlo del tutto, di agire piano per piano», aggiunge l’ingegnere.

Un progetto di cui Riccardo Aceti va molto fiero, portato avanti con professionisti quali lo Studio Brusa Pasquè di Varese e lo Studio di Ingegneria Seingim di Milano, ha riguardato il palazzetto dello sport: «Il nostro tempio del basket, per cui la Pallacanestro Varese ha previsto, attraverso un finanziamento regionale e in concerto con il Comune, una serie di operazioni per il completamento e il restyling di una porzione dell’edificio incompiuta dal 1990».

Questo è servito come fonte per «uno studio preliminare sullo stadio di San Siro, fatto nel 2016 con i miei studenti (a 90 anni dall’edificazione, lo stadio era in procinto di ospitare la Champions League), ci siamo interessati a possibili riqualificazioni che l’impianto poteva ammettere. Il risultato è stato una tesi, come concept preliminare. Nel 2019, le squadre di calcio hanno avanzato una proposta opposta alle riqualificazioni, che prevedeva un piano di demolizione e la costruzione di un nuovo stadio nella stessa area; a quel punto, mi sono permesso di coinvolgere un collega architetto di Varese, con il quale, insieme allo Studio Brusa Pasquè, abbiamo approfondito la possibilità di una riqualificazione e di dare un taglio architettonico di tipo moderno, iconico e monumentale; abbiamo sviluppato, quindi, un piano di riqualificazione e recupero, con salvaguardia del suolo e mantenimento delle stesse prestazioni, a dicembre 2020 l’abbiamo presentato al Comune di Milano e pare che possa essere considerato come valida alternativa a una nuova costruzione».  

«Cerchiamo di capire come riqualificare ed evitare demolizioni, il consumo di suolo, i costi di smaltimento, soprattutto nell’ottica di un’etica green», è, quindi, l’invito di Aceti.

In attesa prossima Live, potete rivedere qui di seguito la diretta di mercoledì 6 ottobre.

Giulia Nicora

Leggi tutte le notizie di L'INFORMAZIONE IN CASA ›

L'informazione in Casa

Gruppo Immobiliare Varese Srl è un'azienda che si occupa di intermediazione immobiliare in Provincia di Varese, con forte attenzione al lato umano di questo mercato: l’emozione di cercare casa.
Proprio la persona è al centro del progetto GIV, nato con l’obiettivo di informare e informarsi, in quanto solo la reciproca conoscenza può aiutare ad essere realmente di supporto a persone e famiglie nella gestione dei propri investimenti immobiliari, anche attraverso la voce di esperti o clienti che raccontano la loro esperienza.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore