/ Varese

Varese | 06 ottobre 2021, 14:26

Canile, deserto il bando per il nuovo rifugio. Lega del Cane: «Non era sostenibile»

La previsione dell'associazione si è avverata ed è stato anche scongiurato il pericolo che dei privati si avventurassero nel progetto. De Simone: «Andiamo avanti. Entro due anni lo spostamento da via Friuli»

Canile, deserto il bando per il nuovo rifugio. Lega del Cane: «Non era sostenibile»

Il bando per la realizzazione in project financing del nuovo canile municipale (leggi QUI) è andato deserto. Nessuno si è fatto avanti per costruire e gestire il rifugio che l'amministrazione uscente aveva pensato di insediare in via Duno. Un progetto contestato fin da subito dalla Lega del Cane, associazione che già gestisce il canile di via Friuli.

«Era oggettivamente insostenibile - spiega la presidente Lndc Alessandra Calafà - Nessuna associazione che si occupa di tutele degli animali potrebbe sostenere una spesa simile, da cui non deriva alcun provento che giustifichi una tale investimento iniziale. Nel bando non si teneva nemmeno conto del contesto varesino e nemmeno del benessere animale che comprende spese veterinarie consistenti, l'intervento di professionisti e gli aspetti etologici degli animali».

Il comune comunque non si arrende. L'assessore uscente Dino De Simone, in caso fosse riconfermato, ha intenzione di lavorare allo spostamento del canile «entro due anni - dice - Intanto gli uffici stanno lavorando al nuovo bando per la gestione del canile di via Friuli».

Una struttura fatiscente che malgrado gli sforzi dei volontari non è più in grado di far fronte alle esigente dei cani ospitati: i box non sono sicuri e l'ambiente è malsano.

Valentina Fumagalli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore