/ Calcio

Calcio | 02 ottobre 2021, 11:10

Novara-Varese, un brivido dal passato che porta nel futuro. Rossi: «Azzurri da categoria superiore, dovremo essere più squadra»

Domani alle 15 i biancorossi tornano al Piola 7 anni dopo l'indimenticabile finale playout. Il tecnico recupera Di Renzo e Tosi: «Bello giocare partite come questa, basta il contorno per dare la carica». Oggi debutta la Juniores a Masnago alle 15.30 (biglietto a 8 euro, gli abbonati entrano gratis) rinforzata da Disabato: buon viaggio, ragazzi

La curva del Varese al Piola 7 anni fa (foto Ezio Macchi)

La curva del Varese al Piola 7 anni fa (foto Ezio Macchi)

«Pavoletti-gol»: due parole, anzi un coro lungo 7 anni riaccompagna il Varese e i suoi tifosi - dovrebbero essere almeno 200 - allo stadio Piola dove, 7 anni fa, andò in scena una delle finali più drammatiche ed esaltanti della storia recente del Varese, quando i biancorossi, dati da tutti per spacciati, salvarono la serie B facendo retrocedere il Novara con la forza di un gruppo d'acciaio forgiato da Bettinelli, i gol di Pavoletti e grazie a 1.500 tifosi nella bolgia dei 9mila novaresi presenti alla gara d'andata, quella davvero decisiva.

Rivedere quello striscione bianco, "Tutti a Novara", appeso dalla curva fuori dal Franco Ossola in settimana provoca un brivido e riallaccia il legame di una storia che continua e ritorna anche quando sembra finita. «Andiamo a giocare contro una squadra da grande calcio e in uno stadio vero, non in campo sportivo: le motivazioni sono massime senza bisogno di aggiungere nulla - dice il tecnico Ezio Rossi - Da giocatore sono partite belle da giocare. Noi arriviamo convinti di quello che stiamo facendo, concentrati, determinati e caratterialmente pronti». 

Rossi parla degli azzurri con stima: «Sono giustamente partiti con la convinzione di poter essere la squadra da battere insieme a Casale e Sanremese. Squadra tosta, davanti Vuthaj e Gonzalez li conosciamo tutti: il primo è uomo d'area, forte, il secondo ha qualità tecniche superiori, sta bene, ha fatto anche una scelta di maglia e cuore, e questo lo carica ancora di più. Affrontiamo altri giocatori di categoria superiore come Bergamelli, Tentoni... Hanno qualità importanti e un ds come Di Bari che è stato mio compagno, conosce bene il mercato, è bravissimo». 

«Il Varese dovrà metterci più intensità ed essere più squadra per pareggiare le loro qualità tecnico, ma dovrà essere anche sereno e tranquillo nell'approccio - aggiunge Rossi - In queste partite basta il contorno per mettere pressione e non dobbiamo aggiungere nulla di più».

Capitolo recuperi: Tosi c'è e torna anche Di Renzo dalla squalifica ma «ci sono tre partite in sette giorni (mercoledì arriva il Gozzano, tra 8 giorni si va a Borgosesia) e 7 a ottobre, ho 4 attaccanti - non Ebagua che ha un problema - e ne giocano 3 ma chi entra mezzora, magari ci fa vincere la partita e poi gioca titolare tra quattro giorni al Franco Ossola: ci può essere uno stimolo più grande?». 

Degli infortunati di lungo corso, Cappai, Marcaletti e Trombini ne avranno ancora per parecchie settimane: anche il secondo portiere Pedretti non si è allenato ed è facile che in panchina vada il numero 1 della Juniores, che oggi inizia la sua avventura in campionato debuttando a Masnago alle 15.30 contro il Crema (prezzo unico: 8 euro; gli abbonati della prima squadra entrano gratis) con un rinforzo speciale: Donato Disabato, che si testa così dopo una lunga assenza. Buon viaggio, ragazzi.

Domani toccherà invece al Varese femminile, all'esordio nel campionato di Promozione in casa del Cus Bicocca (Milano, ore 19), mentre sempre oggi l’Under 15 gioca alle 17.30 sul campo del Marnate Gorla.

Le partite e le terne arbitrali della terza giornata di serie D

OGGI ORE 15

BORGOSESIA - ASTI

CHIERI - IMPERIA

CASALE - VADO

FOSSANO - SESTRI

GOZZANO - LIGORNA

LAVAGNESE - BRA

PONTDONNAZ - SANREMESE

SALUZZO - RG TICINO

DOMANI ORE 15

NOVARA-VARESE
Arbitro: Giuseppe Vingo di Pisa
Assistenti: Gabrio Pulcinelli di Siena e Simone Iuliano di Siena.

CARONNESE-DERTHONA

CLASSIFICA

Varese, Ligorna, Chieri 6.
Imperia, Bra, Sanremese 4.
Casale, Pont Donnaz 3.
Caronnese, Novara, Asti, Gozzano 2.
Saluzzo, Derthona, Borgosesia, Vado, Rg Ticino 1.
Lavagnese, Sestri, Fossano 0.

MERCOLEDI', ORE 15: QUARTA GIORNATA

Asti-Chieri, Bra-Fossano, Varese-Gozzano, Derthona-Borgosesia, Imperia-Novara, Ligorna-Lavagnese, Rg Ticino-Pont Donnaz, Sanremese-Casale, Sestri-Saluzzo, Vado-Caronnese.

DOMENICA 10 OTTOBRE, ORE 15

Asti-Imperia, Borgosesia-Varese, Casale-Derthona, Chieri-Ligorna, Fossano-Sanremese, Gozzano-Sestri, Lavagnese-Rg Ticino, Novara-Bra, Pont Donnaz-Caronnese, Saluzzo-Vado.

Andrea Confalonieri


Vuoi rimanere informato sul Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE CALCIO
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE CALCIO sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore