Territorio - 21 settembre 2021, 18:21

Un altro scatto sui pedali della storia per il "ciclista della memoria" Giovanni Bloisi

Il pensionato di Varano Borghi sarà domani a Meina e Intra per completare il suo viaggio sulle due ruote di quest'anno, dedicata alle vittime delle stragi nazifasciste nel Nord Ovest italiano. Con il solito importante obiettivo: non dimenticare mai

Giovanni Bloisi

Giovanni Bloisi

Si conclude mercoledì 22 settembre, con una sgambata da Meina a Intra, la prima trance del viaggio del "ciclista della memoria" varesotto Giovanni Bloisi intitolata “I luoghi delle stragi nazifasciste", dedicata alla zona Nord-Ovest della nostra penisola.

La principale tratta di quest'anno, attraverso Lombardia, Valle d’Aosta e Piemonte, partita da Milano il 25 giugno e conclusasi al Colle del Lys il 5 luglio, verrà completata da un percorso aggiuntivo, dedicato alle vittime ebraiche di Meina, Baveno e Intra, tre delle nove località coinvolte nella “Strage del Lago Maggiore” (settembre 1943, primo episodio della Shoah italiana) e ai partigiani sterminati nelle rappresaglie a Baveno (21 giugno 1944) e a Solcio di Lesa (24 marzo 1945).

Il programma:

Mercoledì 22 settembre, 78° Anniversario dell’Eccidio di Meina, Giovanni Bloisi, invitato dall’amministrazione comunale di Meina, interverrà alla cerimonia commemorativa istituzionale. Effettuerà quindi il percorso Meina-Intra, a conclusione della tratta 2021 del viaggio, con momenti commemorativi alle tappe.

I punti di ritrovo: Meina, Lungolago Piazza Marconi, ore 11; Solcio di Lesa, Vecchio Imbarcadero di Solcio, ore 14,30; Baveno, Lungolago al Monumento alle Vittime della Shoah di Baveno, ore 16; Intra di Verbania, Comune di Verbania Anagrafe (Servizi Demografici), Via F.lli Cervi 5, ore 17.

I momenti commemorativi sono stati organizzati in collaborazione fra: ANPI, Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea nel Novarese e nel Verbano-Cusio-Ossola “Piero Fornara”, Comune di Meina, Comune di Lesa, Comune di Baveno, Comune di Verbania. Giovanni Bloisi ci ha ormai abituati alle sue imprese su due ruote, finalizzate non solo a rendere omaggio ai caduti, ma anche ad avvicinare i giovani alla conoscenza delle pagine buie del XX secolo, affinché gli errori e gli orrori del passato non abbiano a ripetersi almeno nella nostra Europa.

Il suo impegno e i suoi sforzi sono sintetizzati in una frase che ama spesso ripetere: per non dimenticare mai.

Per conoscere la sua storia e i suoi avventurosi viaggi nella memoria, si può consultare il sito: https://www.ciclistadellamemoria.com/.

Il viaggio è stato promosso dall’ANPI Provinciale di Milano e dall’ANPI Provinciale di Varese e ha avuto il patrocinio morale di: ANPI Regione Lombardia, ANPI Regione Piemonte, ANPI Valle d’Aosta, ANPI Regione Liguria, ANED, Fondazione Memoria della Deportazione, UCEI, INSMLI (Istituto Nazionale Ferruccio Parri), CDEC, Fondazione Memoriale della Shoah, Associazione Figli della Shoah, GARIWO, e diversi altri relativi ai percorsi provinciali.

Per il percorso Meina-Intra, il viaggio ha avuto inoltre il patrocinio morale di: ANPI Provinciale di Novara, ANPI Provinciale del Verbano-Cusio-Ossola, Comunità Ebraica di Vercelli/Biella/Novara/Verbano-Cusio-Ossola, Comunità Ebraica di Milano, Associazione Raggruppamento Divisioni Patrioti Alfredo di Dio (FIVL), Associazione Culturale Stella Alpina, Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea nel Novarese e nel Verbano-Cusio-Ossola “Piero Fornara”, Associazione Casa della Resistenza, Ecoistituto della Valle del Ticino Onlus, Comune di Meina, Comune di Lesa, Comune di Baveno, Comune di Verbania.

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU