Attualità - 21 settembre 2021, 12:08

«Lei è sotto indagine della Polizia Postale». Ma in realtà è un'ennesima truffa online

L'ondata di mail truffaldine è stata segnalata dalla stessa Polpost, che invita a diffidare sempre ogni comunicazione web anomala

«Lei è sotto indagine della Polizia Postale». Ma in realtà è un'ennesima truffa online

L’ennesima truffa rapidamente diffusasi online mira a fare leva sul ‘timore reverenziale’ che in molti hanno nei confronti dell’Autorità.

Infatti, come riportato sul proprio sito e sui canali social dalla Polizia Postale, è in corso una campagna di phishing (ovvero un raggiro, finalizzato ad acquisire i dati delle malcapitate vittime, mediante l’invio di messaggi di posta elettronica ingannevoli) attuata attraverso mail solo apparentemente inviate dall’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza.

Nella mail è riportato l’invito ad aprire un file allegato che, a differenza di quanto riportato, non contiene un “atto di citazione” della Polizia Postale in cui si comunica che il destinatario è sottoposto a indagini giudiziarie e chiamato a produrre “giustificazioni”.

Il reale obiettivo, spiegano i funzionai della Polpost, è quello consueto di questo tipo di raggiri, ovvero carpire dati personali delle vittime, richiedere pagamenti per inesistenti sanzioni o infettare il computer del destinatario con virus informatici che ne consentano il controllo da remoto.

Pertanto, rinnovando l’invito a diffidare sempre di mail anomalela Polizia Postale invita a non aprire l’allegato e non fornire informazioni personali, procedendo contestualmente a segnalare l’accaduto alla stessa Polpost affinché gli esperti informatici possano cercare di risalire ai reali autori della mail.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU