/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 21 settembre 2021, 13:59

Busto, in viale Boccaccio guerra agli incidenti: semafori più sicuri e anche di notte

Partiti i lavori di sostituzione, via anche i varchi su via Lodi e via Cavalcanti. L'assessore Rogora: «Più sicurezza anche nelle ore notturne». Landoni: «Un lavoro molto atteso, già morte tre persone in quell'incrocio»

Viale Boccaccio, intervento sui semafori (foto di Adriano Landoni)

Viale Boccaccio, intervento sui semafori (foto di Adriano Landoni)

Un freno agli incidenti, che purtroppo a Borsano, in viale Boccaccio in particolare, sono costati la vita a troppe persone.

Nel rione di Busto Arsizio al via la sostituzione dei vecchi semafori. Un intervento che permetterà di "placare" la tentazione di velocità anche nelle ore notturne. La differenza rispetto a prima è che sono differenziati i tempi di svolta. Sempre per prevenire sempre gli scontri, vengono tolti i varchi su via Lodi e via Cavalcanti: era una situazione particolarmente pericolosa, come ha dimostrato la triste esperienza.

L'assessore Massimo Rogora osserva: «Sì, stiamo intervenendo sui semafori, era importante oltretutto garantire la sicurezza anche di notte oltre che togliere i varchi». È noto come l'esponente della giunta Antonelli preferisca le rotonde - si  è impegnati in questo senso anche adesso in piazza Manzoni - , ma a Borsano ha vinto questa linea e si è cercato di rendere più sicuro almeno l'incrocio in questo modo.

Il rione osserva e spera. Commenta il borsanese Adriano Landoni, che è anche esponente del Comitato Inceneritore Ambiente: «Era un lavoro molto atteso  ritardato per via della mancanza materiale per Covid in un incrocio dove sono già morte tre persone... La gente che abita in via Cardinal Ferrari ha bocciato la rotonda in favore del semaforo. Speriamo sia la soluzione e non avvengano più incidenti gravi».

 

Ma. Lu.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore