/ Varese

Varese | 17 settembre 2021, 11:30

Il cuore degli Alpini, Sestero e Croce Rossa batte a fianco della "Casa di Paolo"

Al Village cerimonia ufficiale di consegna del ricavato della Cronoscalata delle Tre Croci di agosto. Un sostegno importante per l’associazione varesina impegnata a fianco degli studenti del nostro territorio. Antonio Verdelli: «Il bene fatto bene è nel Dna degli Alpini»

Il cuore degli Alpini, Sestero e Croce Rossa batte a fianco della "Casa di Paolo"


Il Gruppo Alpini di Varese ha ringraziato al “Village”, sul lungolago della Schiranna, la squadra dei volontari che anche quest’anno ha messo in scena “Alpini in città”, ricominciando, nonostante le difficoltà del momento, a riportare polenta e tutto il resto, anche se solo per due giorni, nella tradizionale area del Grand Hotel Campo dei Fiori, sede storica della Festa della Montagna.

Nei giorni della festa, dal 10 al 15 agosto, insieme alla distribuzione del cibo nella sede del Gruppo, l’unico evento collaterale superstite è stata la Cronoscalata delle Tre Croci, organizzata in collaborazione con l’Associazione Sestero ed il Comitato Locale della Croce di Varese.

Al via da Velate si sono presentati 170 tra ciclisti e runners che liberamente, dalle 8.30 alle 11.00, hanno raggiunto il traguardo all’entrata del Grand Hotel campo dei Fiori, pagando 10 euro di iscrizione.

La serata al Village ha visto la consegna ufficiale del ricavato all’Associazione varesina “La Casa di Paolo”, impegnata nel doposcuola dedicato a studenti delle scuole medie e superiori. Un totale lievitato grazie alla donazione di un socio del Gruppo Alpini di Varese, alla Sestero e ai numerosi amici dell’associazione fondata dalla famiglia Dal Fior, fino alla considerevole cifra di 3.600 euro, alla quale si è aggiunta la donazione di materiale scolastico da parte del Comitato Locale della Croce Rossa di Varese. 

«Questa doppia consegna ci riempie di soddisfazione - le parole del capo gruppo delle penne nere varesine, Antonio Verdelli - il bene fatto bene è nel Dna degli Alpini che anche in questa occasione hanno saputo far squadra nel modo migliore con gli amici della Sestero e della Croce Rossa per una buona causa che sentiamo ancor più vicina perché “La Casa di Paolo” è nel cuore di Varese, a pochi passi dalla nostra sede». 

Finito il brindisi per “Alpini in Città” con la speranza di tutti che l’anno prossimo torni a chiamarsi “Festa della Montagna”, per il Gruppo Alpini di Varese è già il momento di pensare ad altro visto che domenica prossima saranno come sempre le colonne portanti dell’evento “Aggiungi un pasto a tavola”, quest’anno non a cena ma ambientato ai Giardini Estensi, con un ricco programma di sport, divertimento e musica, distribuito dalle 10 alle 22. Come sempre, il ricavato sarà devoluto alle realtà varesine impegnate nella distribuzione di alimenti a persone in difficoltà o non abbienti.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore