Elezioni comune di Varese

 / Hockey

Hockey | 12 settembre 2021, 00:23

I Mastini piacciono all'esordio con l'orgogliosa Valpe (8-2). Nel nome di Fuck the Cancer: «Insieme vinciamo»

Debutto vincente nell'amichevole sul ghiaccio di Torre Pellice contro un avversario indomito e orgoglioso per il Varese accompagnato dal grido di battaglia contro il cancro sulle maglie. Lo sponsor Lo Pinto: «Grazie di cuore, Mastini. Insieme vinciamo: Fuck the cancer!»

La maglia utilizzata dai Mastini a Torre Pellice: la battaglia al cancro tra lo stemma di Varese e uno degli sponsor

La maglia utilizzata dai Mastini a Torre Pellice: la battaglia al cancro tra lo stemma di Varese e uno degli sponsor

«Grazie di cuore, Mastini. Insieme vinciamo: Fuck the cancer!»: il messaggio di Filippo Lo Pinto, molto più di uno sponsor con la sua GeMaL-Italy sulle maglie giallonere che hanno portato in alto la battaglia dell'indimenticabile Erika Gibellini contro il cancro, fissandola per sempre sulle casacche sotto lo stemma cittadino, racchiude il senso e lo spirito della prima vittoriosa uscita amichevole del Varese sul ghiaccio di Torre Pellice contro la Valpe.

Mastini significa questo: la maglia di Fuck the Cancer, cioè un motto che muove le montagne, 346 applausi dagli spettatori presenti in una valle che vive di hockey e di orgoglio (parecchi i tifosi gialloneri) ed è pronta a tutto per la sua Valpe al via della Division 1 (una categoria sotto il Varese), vittoria per 8-2 (1-1, 6-1, 1-0) ma soprattutto gruppo, valori, duelli veri e forti tra persone vere.

«Una giovane e generosa Valpe nulla può contro un Varese solido e cinico. Di fronte a 346 spettatori finisce 8-2 per i bosini l’amichevole di apertura della stagione - scrive sulla pagina Facebook il club piemontese - nonostante il largo punteggio a sfavore i ragazzi di Grossi non hanno sfigurato tenendo a lungo il campo alla pari contro i più quotati avversari».

Il presidente dei gialloneri, Matteo Torchio, rende onore alla Valpe: «Bella squadra loro, bella squadra noi. Avevamo tutti voglia di mettere in campo qualcosa. Siamo stati accolti splendidamente e per questo ringrazio di cuore». Anche il sindaco di Torre Pellice, Marco Cogno, ha partecipato a un'ouverture che esalta radici, tradizioni e territorio. 

Le reti del Varese, a cui mancava Michael Mazzacane, sono state realizzate da De Biasio, Salvai, Caletti, Vanetti, Tilaro, Cordin, Papalillo e Payra ma, oltre i gol, c'è la bellissima maglia indossata, che verrà riproposta nel pre-gara per l'intera stagione di IHL al via domenica prossima a Pergine (si gioca alle 19).

Fuck the Cancer è un grido di battaglia che, grazie alla Fondazione Giacomo Ascoli, tiene viva la battaglia di Erika e l'aiuto di chi resta, a cominciare dal papà, ai piccoli pazienti dell'ospedale Del Ponte. Al termine della stagione le magliette verranno messe all’asta e il ricavato sarà devoluto in beneficienza: grazie Erika, prima Mastina.

Andrea Confalonieri


Vuoi rimanere informato sui Mastini Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo MASTINI VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP MASTINI VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore