Basket - 07 settembre 2021, 15:56

FOTO - Kell si prende le chiavi della Openjobmetis: «Per fare il play l’importante è l’equilibrio»

Presentato oggi il nuovo (ma già infortunato: settimana prossima la ripresa degli allenamenti) regista di Varese. Che in realtà è una guardia (soprattutto nel fisico) che studia da numero “1”: «Penso di saper interpretare bene le partite e di capire quando mettermi in proprio o innescare i compagni». Conti: «Insieme a Gentile è l’ossatura della squadra»

Trey Kell alla presentazione di Depot. Foto di Alberto Ossola/Pallacanestro Varese

Trey Kell alla presentazione di Depot. Foto di Alberto Ossola/Pallacanestro Varese

Un ragazzo tranquillo, cui piace stare a casa e giocare alla Playstation 4 (indovinate in particolare a che gioco? Ma certo: NBA 2K…) ma che confessa di aspirare anche a visitare Varese, «che mi sembra una bellissima città».

Questo per quanto riguarda tutto ciò che non c’entra con partite, allenamenti e lavoro.

Una guardia chiamata a fare il playmaker che non ha paura dell’investitura (e del salto in avanti che il campionato italiano gli richiede) è invece il profilo del giocatore che si appresta a calcare il parquet.

Ed è sicuramente quello che interessa di più di Trey Kell, il nuovo regista della Pallacanestro Varese. Dopo la brutta notizia di ieri relativa al suo infortunio e alla relativa assenza che si protrarrà per quasi due settimane in questa pre-stagione, oggi il giocatore è stato presentato da Depot Men's Concept Store, sponsor che ha rinnovato la partnership con la società.

«Trey da ieri è fermo per il problema alla tibia - aggiorna subito il general manager Andrea Conti sulle sue condizioni - Si tratta di una cosa leggera che si risolverà nei prossimi giorni: svolgerà degli accertamenti medici venerdì e a metà prossima settimana tornerà ad allenarsi».

«Per noi - continua il gm - è un giocatore fondamentale: con Gentile costituisce l’ossatura della nostra squadra. In Polonia ha giocato da leader, con grande senso del gioco, visione e forza fisica. È poi un ragazzo serio e che possiede etica del lavoro. Abbiamo aspettative elevate nei suoi confronti e crediamo che Varese possa essere per lui un trampolino di lancio».

L’età (25 anni compiuti ad aprile) è in effetti ancora quella in cui tanto si può costruire, soprattutto per un americano che in archivio ha in pratica solo il cursus honorum completo made in Usa (ovvero high School e università, entrambe a San Diego), ma una sola vera esperienza europea, quella dello scorso anno allo Stal Ostrów: lì un titolo polacco, una finale di Fiba Europe Cup, 16 punti e 4,8 assist di media in campionato, 14,7 e 5,1 in coppa. Numeri di spessore, con un solo dubbio, soprattutto al cambio delle esigenze della Openjobmetis 2021/2022: il tiro da 3 (34% su 88 tentativi in 21 partite in campionato, 26% su 19 tentativi in 7 gare in Europa).

Nella sua prima vera annata da pro (prima di essa solo una parentesi in Canada) ha giocato play, lo stesso dovrà fare per Vertemati: «Imparo questo ruolo dal college - dichiara Kell - La cosa fondamentale è e sarà l’equilibrio tra scelte personali e coinvolgimento dei compagni. Penso di essere in grado di capire quando la partita arriva a me e posso prendermi delle responsabilità e quando invece devo giocare per la squadra».

E proprio l’equilibrio è mancato ieri a Varese senza di lui nell’esordio di Cremona: «Certi incidenti di percorso possono capitare in pre-stagione. Fino a ieri la squadra si è allenata con me, poi in campo non ci sono andato: ci può stare qualche difficoltà».

Kell si dice pronto anche al livello della serie A, da rookie in una squadra dove l’esperienza italiana compete davvero solo a Egbunu e Beane tra gli stranieri: «Quello che mi hanno detto i compagni è che il campionato è di alto livello, ci sono giocatori molto validi e di grande esperienza. Penso che nel basket tuttavia ci sia un linguaggio comune e quindi di potermi adattare all’importanza tattica delle partite. So bene che questo può essere uno step importante per me».

F. Gan.


Vuoi rimanere informato sulla Pallacanestro Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo PALLACANESTRO VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PALLACANESTRO VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU