Canton Ticino - 27 agosto 2021, 11:15

Coronavirus, anche la Svizzera pronta al Green Pass: vicino l'obbligo per bar e ristoranti al chiuso

La misura, se approvata, riguarderà anche cinema, teatri, musei, palestre e piscine. Pesano aumento di contagi e bassa copertura vaccinale

Coronavirus, anche la Svizzera pronta al Green Pass: vicino l'obbligo per bar e ristoranti al chiuso

Bar, ristoranti, teatri, cinema, musei palestre e piscine. Il Consiglio federale svizzero ha in programma per questi luoghi una stretta in termini di misure anti Covid e oltre confine, dopo la conferenza stampa dell'altro giorno durante la quale le autorità hanno anticipato i provvedimenti del caso, è già scattata la polemica.

L’obiettivo del Consiglio è quello di istituire l’obbligo del green pass per accedere a locali e strutture al chiuso. E l’elenco sopra citato include molte delle attività maggiormente diffuse per quel che riguarda la gestione del tempo libero dei cittadini.

Secondo le cifre diffuse dall’associazione di categoria GastroTicino, rilanciate dalla stampa locale e riprese da LuinoNotizie.it – se la decisione del Consiglio federale dovesse passare, bar e ristoranti andranno incontro ad una riduzione della capacità ricettiva pari ad almeno il 45%.

Al di sopra delle penalizzazioni e delle restrizioni c’è però la preoccupazione che permea gli ambienti istituzionali dopo il peggioramento della situazione contagi recentemente registrato. I dati degli ultimi dieci giorni certificano infatti un raddoppio delle cifre che porta con sé la necessità di attrezzarsi al fine di evitare un sovraccarico del sistema ospedaliero dopo l’estate. Ad oggi la maggior parte delle persone ricoverate ha un’età compresa tra i trenta e i sessant’anni.

Da qui la decisione di intensificare l’utilizzo del green pass. Il peggioramento, stando a quello che è emerso dalla conferenza stampa di ieri, va considerato insieme al basso tasso della copertura vaccinale sul territorio della Confederazione elvetica (58% contro il 63% della media dei Paesi dell’Unione europea).

Nei prossimi giorni il Consiglio federale incontrerà i rappresentanti dei Cantoni per un confronto sull’applicazione della misura. La decisione definitiva è attesa già per l’inizio della prossima settimana.

da LuinoNotizie.it

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU