Lettere - 17 agosto 2021, 09:07

Monsignor Stucchi compie oggi 80 anni: «Grazie di tutto»

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta di Alessandro Franzetti in occasione del compleanno di Luigi Stucchi: «Ho sempre apprezzato la sua finezza intellettuale, la sua misura nei giudizi, la sua pacatezza ma anche la sua enorme bontà e disponibilità ad ascoltare il prossimo»

Monsignor Stucchi compie oggi 80 anni: «Grazie di tutto»

Riceviamo e pubblichiamo

Conobbi mons. Luigi Stucchi nel 2003. Da pochi mesi era diventato vicario Episcopale della Zona Pastorale di Varese e decisi di andare a trovarlo, io giovane studente che voleva confrontarsi con lui sugli aspetti della pastorale giovanile.

Arrivai nella sala d'attesa e dopo pochi minuti uscirono dallo studio il vicario episcopale e don Natale Monza, che conoscevo da sempre poiché aveva celebrato il matrimonio dei miei genitori. Mons. Stucchi per mettermi a mio agio disse "se tu Alessandro sei amico di don Natale, allora io per la proprietà transitiva dell'amicizia sono già tuo amico".

Fu un colloquio bello e pieno di spunti.

Da allora ho avuto molte occasioni per incontrare mons. Stucchi.

Egli ha ricoperto ruoli molto importanti all'interno dell'arcidiocesi di Milano: vicario parrocchiale a Valmadrera e direttore del settimanale cattolico "Il Resegone" dal 1973 al 1986, poi prevosto e decano di Tradate fino a quando nel 2003 il card. Dionigi Tettamanzi arcivescovo metropolita di Milano lo chiamò quale nuovo vicario Episcopale di Varese. Nel 2004 fu ordinato vescovo ausiliare e rimase vicario a Varese fino al 2012.

In quei nove anni ci siamo visti spesso, in particolare durante le sue visite al decanato di Luino.

Don Luigi è sempre stato per me un autorevole pastore con cui confrontarmi sulla fede, ma anche su temi di attualità. Ho sempre apprezzato la sua finezza intellettuale, la sua misura nei giudizi, la sua pacatezza ma anche la sua enorme bontà e disponibilità ad ascoltare il prossimo.

Avendolo chiamato il cardinal Angelo Scola al nuovo incarico di vicario episcopale per la Vita Consacrata Femminile, don Luigi decise di stabilirsi a Villa Cagnola a Gazzada.

Ora le occasioni per vedersi sono maggiori ed è sempre bello ritrovare una guida come lui: Villa Cagnola è un vero polmone culturale, un centro spirituale e un ottimo luogo dove rilassarsi con piatti eccellenti. 

Nel gennaio 2018 ho intervistato don Luigi sul suo bel volume "Per la vita, sempre" che raccoglie i suoi editoriali quando era direttore de "Il Resegone".

L'insegnamento principale che mi ha offerto è che la vita è tale dal concepimento alla morte naturale e che se non si è disposti a battersi per la Vita, per cosa si è disposti a farlo?

Nel ringraziare don Luigi per questo bel tratto di cammino fatto insieme finora, faccio a lui i migliori auguri per il suo 80esimo compleanno che festeggia oggi e per il suo 55esimo anniversario di sacerdozio. 

Grazie di tutto carissimo don Luigi, che il Signore la benedica e l'accompagni sempre.

Alessandro Franzetti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU