Donne, impresa e territorio - 17 agosto 2021, 17:45

Fame di imparare, figure ispiratrici e umiltà: gli ingredienti di Paola Longo per diventare un’imprenditrice di successo

È l’enotecaria legnanese alla guida, insieme ai fratelli, dell’azienda di famiglia la protagonista di oggi di “Donne, impresa e territorio”, la nostra rubrica dedicata al mondo dell’imprenditori al femminile.

Fame di imparare, figure ispiratrici e umiltà: gli ingredienti di Paola Longo per diventare un’imprenditrice di successo

«Mi chiamo Paola Longo, classe 1972. Ho 49 anni e ne sono orgogliosa!»

Così si presenta la protagonista del nuovo appuntamento con Donne, impresa e territorio, rubrica dedicata all’imprenditoria al femminile, in un doppio ruolo: Vice Presidente Nazionale de Le Donne del Vino (associazione senza scopo di lucro che promuove la cultura del vino e il ruolo delle donne nella filiera produttiva enologica e della società e, ad oggi, conta più di 900 tra produttrici, ristoratrici, enotecarie, sommelier, giornaliste ed esperte) e anima, insieme ai due fratelli Giovanni e Osvaldo, dell’Enoteca Longo.

Quando il vino è una “questione di famiglia”

«A giugno 2021, i miei due fratelli, io e i nostri quasi 50 dipendenti abbiamo festeggiato i 60 anni di attività della nostra azienda, fondata da mio papà nel 1961 – come tanti emigrati dal Salento, aveva avviato un’attività di vendita di vini al Nord, in particolare i produttori erano collocati sull’asse Milano-Varese-Como».

Un traguardo notevole, quindi, anche se, nel corso degli anni, tante sono state le scelte imprenditoriali da compiere: «Negli anni ‘80, ci siamo resi conto che il mondo del vino stava cambiando, così abbiamo deciso di puntare sulla qualità, dagli anni ‘90 abbiamo aperto un’enoteca in centro Legnano, che gestisco io» e che è stata premiata con l’Oscar del Vino nel 2000 per la categoria “Migliore Enoteca d’Italia”, nel 2014 per il pionieristico progetto nato da un’idea dei tre fratelli Longo.

Cambio di rotta

«Negli anni ‘80, eravamo a un bivio: abbiamo deciso che l’attività produttiva non era più interessante, volevamo dedicarci al vino e qualità, l’azienda si è specializzata in regalistica aziendale enogastronomica. Oltre a questo, abbiamo sempre l’enoteca, il nostro florido biglietto da visita».

Ogni proposta per crescere è arrivata con il tempo, con l’esperienza e le competenze acquisite soprattutto sul campo, «da bambina, giocavo con le bottiglie, iniziavo già a seguire i clienti, mia mamma gestiva il negozio, io la emulavo. Ho imparato come se fosse un gioco, erano anni in cui venivi buttato nella mischia e ti rimboccavi le maniche, poi ci siamo formati, perfezionati, e non abbiamo ancora finito. Quando ho iniziato a lavorare “davvero” in negozio, ho frequentato alcuni corsi per diventare sommelier professionista, siamo consulenti per la nostra clientela, chi fa questo lavoro deve essere preparato».

Un momento non facile per Paola e i suoi fratelli è arrivato con la pandemia che ha colpito le attività nel 2020, anche se, proprio in quel periodo, il 12 marzo, i Longo hanno deciso di aprire una nuova enoteca, segno di grande forza e determinazione che ha da sempre caratterizzato la storia di questa famiglia. «Inoltre, ora sta entrando in azienda la terza generazione, ovvero i miei nipoti, stiamo cercano di cavalcare i tempi e di sviluppare nuovi progetti nell’online, sono favorevole e avvantaggiata, non sono nativa digitale ma lo sono diventata presto, metterò a frutto tutte le mie competenze personali» sia nelle attività sviluppate ex novo sia in quelle già elaborate negli anni ‘80 «di cui siamo stati precursori e che riprenderemo in chiave moderna, come le cantine su misura o i corsi degustazione».

Il potere delle donne

«Lavoro in un’azienda guidata da due uomini, in settore maschile e maschilista, non è facile. Ma è vero che noi donne sappiamo adattarci e comprendere le dinamiche, abbiamo tanta pazienza, portiamo avanti le nostre idee a prescindere dalle opinioni degli altri e siamo in grado di trasformarle in realtà. Abbiamo tanta creatività, nel nostro ambito serve molto».

«Non sentitevi mai già arrivate – è, infine, l’invito di Paola alle giovani donne – abbiate fame di imparare sempre, ogni giorno, cercate figure che possano essere ispiratrici, io ne ho trovate tante, anche avanti con l’età. E, soprattutto, affrontate tutto con umiltà, ingrediente fondamentale per il successo».

Giulia Nicora

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU