Altri sport - 05 agosto 2021, 08:00

Arianna Castiglioni fa squadra con Federica Pellegrini alla International Swimming League

Dopo la beffa olimpica, la nuotatrice di Busto torna in vasca nella innovativa “Champions League” di nuoto a fine agosto. Gareggerà per gli Aquacenturions con la “Divina”. In acqua anche il due volte bronzo di Tokyo, Nicolò Martinenghi

Arianna Castiglioni fa squadra con Federica Pellegrini alla International Swimming League

Dopo la beffa olimpica, esclusa dalla finale della 4x100 mista femminile per un astruso e difficilmente comprensibile calcolo matematico dei tempi (LEGGI QUI), Arianna Castiglioni è tornata subito in vasca ai campionati italiani di categoria, nuotando i 100 rana in 1.05.81 (a Tokyo, con questo tempo, sarebbe stata quarta nell'individuale, senza considerare la stanchezza per il lungo volo e il fuso orario da smaltire). E dopo una breve pausa, si ritufferà in piscina per l'International Swimming League, a fine agosto.

La nuotatrice di Busto Arsizio, che anche nella fugace (non per colpa sua) apparizione a cinque cerchi ha confermato il suo stato di forma eccezionale, sarà tra le protagoniste del nuovo circuito internazionale di nuoto, una sorta di “Champions League”, con tutti i migliori atleti del mondo a confrontarsi nelle rispettive squadre.

Arianna Castiglioni sarà schierata tra gli Aquacenturions di Federica Pellegrini.

Tre le fasi della innovativa competizione, che avrà la copertura televisiva di Sky Sport: la Regular Season di Napoli dal 26 agosto al 30 settembre, i playoff dall’11 al 28 novembre e le Finals ai primi di gennaio 2022.

Alla International Swimming League parteciperà l’eterna Federica Pellegrini, che terminerà la sua strepitosa carriera proprio con l'Isl, oltre al cinque volte oro olimpico a Tokyo nonché unico nuotatore in grado di stabilire un primato del mondo individuale Caeleb Dressel, alla bi-campionessa olimpica giapponese nei 200 e 400 misti Yui Ohashi. Senza dimenticare la primatista mondiale sui 50 rana, la sedicenne tarantina Benedetta Pilato in cerca di riscatto, e la regina del nuoto mondiale, l’australiana Emma McKeon, vincitrice di ben quattro ori a Tokyo. Tra le sfide più "attese" la rivincita tra Arno Kamminga e Nicolò Martinenghi, rispettivamente secondo e terzo a Tokyo nei 100 rana (LEGGI QUI), e quella tra i migliori sprinter statunitensi e italiani, dopo la grande battaglia dei 100 stile e della staffetta 4x100 stile, vinta dagli USA davanti all’Italia.

90 medaglie olimpiche di Tokyo saranno in vasca a Napoli, alla piscina Scandone, divise in 10 team, che si sfideranno in avvincenti match cercando di conquistare un posto ai playoff. Ci sarà anche la “nostra” Arianna Castiglioni, che sta provando a dimenticare e digerire la beffa olimpica, rituffandosi subito in acqua.

A.M.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU