Elezioni comune di Varese

 / Territorio

Territorio | 05 agosto 2021, 09:30

Occhio a firme e donazioni per i bambini: la segnalazione alla polizia locale di Olgiate

Un uomo e una donna in bianco si appostano all'esterno (e anche all'interno) dei negozi del polo commerciale di Olgiate Olona. Chiedono una firma e una donazione di almeno 50 euro, genericamente specificata in favore di minori. Diverse le segnalazioni arrivate in questi giorni. Dal comando dei vigili invitano a prestare la massima attenzione

Occhio a firme e donazioni per i bambini: la segnalazione alla polizia locale di Olgiate

Negli ultimi giorni sono diverse le segnalazioni che denunciano la presenza di una coppia che sta promuovendo una ipotetica raccolta firme, con tanto di donazione, genericamente specificata, in favore di minori. Il tutto si sta verificando al polo commerciale di Olgiate Olona in via per Busto Fagnano.

Si tratta di un uomo e una donna, spesso vestiti di bianco, che avvicinano le persone invitandole a porre una firma a sostegno di un’associazione dedicata ai più piccoli, chiedendo al contempo un’offerta di 50 euro. Gli stessi soggetti sono stati avvistati, più volte, anche all'esterno del polo vaccinale di MalpensaFiere oltre che nei pressi dei negozi della zona commerciale di Olgiate, frequentata pure in questi giorni di agosto.

I due sarebbero anche arrivati a spingersi all’interno di un negozio, portando i responsabili a contattare il comando della Polizia Locale di Olgiate per capire se le richieste di denaro fossero effettivamente legittime. Questo fatto ha portato la coppia a dileguarsi prima ancora dell'arrivo dei vigili.

«Abbiamo ricevuto una chiamata da un esercizio commerciale – spiega il comandante della polizia locale Alfonso Castellone – in cui ci veniva domandato se qualcuno avesse richiesto l’autorizzazione per questa attività di raccolta, e la risposta del comando è stata negativa».

Ecco perché il comandante Castellone consiglia a tutti di diffidare dai singoli individui che avvicinano i passanti o gli avventori dei negozi facendo richieste.

«Non fatevi prendere dal buon cuore – sottolinea Castellone – donando soldi a chi racconta storie commoventi; è sempre meglio fare donazioni a realtà, siano esse associazioni o singoli, più conosciute, anche solo a livello personale».

Anche per quanto riguarda la raccolta delle firme il pericolo è dietro l’angolo.

«Quando si firma qualcosa, si sta sottoscrivendo un contratto – conclude il comandante della polizia locale olgiatese – e quando qualcuno raccoglie i vostri dati spesso vi sta tesserando per l’associazione per cui si trova lì in quel momento». E questo potrebbe anche significare acquisti o abbonamenti non desiderati, da cui è poi difficile svincolarsi. Meglio stare attenti, dunque, e far suonare nella propria testa più di un campanello d'allarme.

Loretta Girola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore