Backstage - 23 luglio 2021, 07:00

La “bomba” di Zanzi: «Facciamo diventare i giardini varesini Patrimonio dell’Unesco»

L’ex vicesindaco e candidato per Varese 2.0 a Backstage Estate: «Nessun capoluogo in Italia ha il patrimonio naturalistico che possiede Varese. Se con un pool di esperti lanciassimo l'iniziativa, otterremmo il riconoscimento. Ma nella nostra città, purtroppo, c’è una carenza culturale»

La “bomba” di Zanzi: «Facciamo diventare i giardini varesini Patrimonio dell’Unesco»

Candidare i giardini di Varese a Patrimonio dell’Unesco.

È l’idea “bomba” sganciata ieri sera a Backstage Estate da Daniele Zanzi, ex vicesindaco di Varese e candidato primo cittadino alle prossime elezioni amministrative alla guida del movimento civico Varese 2.0.

Siamo sul finire della trasmissione condotta di Vito Romaniello, caporedattore LaPresse. Ai microfoni del giornalista varesino si è parlato di programmi elettorali, esperienze amministrative, problemi del presente e del futuro di Varese, con lo stesso Zanzi e con l’altro ospite, l’imprenditore varesino Marco Colombo. Poi il discorso tocca una delle più importanti, se non la più importante, peculiarità di una città che da sempre è definita “Giardino”: «Abbiamo un territorio tutelato al 70% dal punto di vista ambientale - afferma Zanzi - Un patrimonio di verde che nessun altro capoluogo di provincia ha in Italia, formato da 26 giardini protetti dalla legge nazionale più 121 giardini privati sotto l’egida dal regolamento comunale».

Ecco, di conseguenza, la sfida: «Io sono convinto che se noi, con un pool di esperti e di persone competenti, avanzassimo la candidatura a Patrimonio dell’Unesco della rete dei giardini varesini, otterremmo questo brand: i nostri giardini diventerebbero Patrimonio dell’Unesco».

Il candidato sindaco corrobora l’idea: «Io ho girato il mondo e, credetemi, l’ho analizzato sotto questo aspetto: nessun altro posto possiede una cosa del genere. Solo che avendo un tesoro così elevato, si fa presto a dilapidarlo come un figliol prodigo… E noi s lo stiamo dilapidando, perché se andiamo in certi parchi di Varese, mi dispiace dirlo…».

Zanzi non finisce la frase, ma il concetto risulta chiaro: «Io non ho potuto fare niente, pur essendomi sfilato la scarpa e averla battuta in giunta come Krusciov all’Onu e detto che bisognava seguire un’altra strada… Non c’è stato nulla da fare: qui a Varese abbiamo una carenza culturale».

Giardini di Varese Patrimonio dell’Unesco: chi accoglierà la partita?

Ecco la terza puntata completa di Backstage Estate:

Redazione


SPECIALE ELEZIONI 2021 - VARESE
Vuoi rimanere informato sulla politica di Varese in vista delle elezioni 2021 e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE POLITICA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE POLITICA sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU