Elezioni comune di Varese

 / Politica

Politica | 23 luglio 2021, 11:01

Il centrodestra schierato per Bianchi: «Facciamo uscire Varese dalla mediocrità»

Presentate le liste che sosterranno Matteo Bianchi: svelate le prime candidature e il programma elettorale che muove i passi fondandosi su «elementi valoriali e su una storia politica differente dal centrosinistra dai quali non può si può prescindere»

Il centrodestra schierato per Bianchi: «Facciamo uscire Varese dalla mediocrità»

Cinque liste, tre con il simbolo di un partito e due senza bandiere. Sono quelle che sosterranno la candidatura di Matteo Bianchi a sindaco di Varese per la coalizione di centrodestra. Ci sarà la lista della Lega per Salvini premier, quella di Forza Italia che al suo interno unisce le realtà di Noi con l'Italia, Cambiamo e il Popolo della Famiglia e la lista di Fratelli d'Italia. E poi le due cosiddette civiche di Varese Ideale e Varese Città Giardino.

Una compagine semplice rispetto a quella che sosterrà Davide Galimberti che è composta da almeno sette liste, nate per la maggior parte dall'esperienza amministrativa di consiglieri e assessori. Ma il centrodestra punta tutto sulla coesione  e sulle persone. «Partiamo dalla strada, dalla piazza per stare con la gente e tra la gente - ha detto Bianchi - Siamo la coalizione delle persone, ascolteremo i cittadini per sviluppare azioni programmatiche che rispondano davvero alle esigenze della città e alternative a quelle del centrosinistra». 

Svelati anche i primi candidati in lista leghista: l'ex assessore Gladiseo Zagatto, Alberto Nicora coordinare della Lega giovani e Orietta Chiaravalli già consigliera di quartiere a Masnago. Si attende ancora invece la conferma della discesa in campo dei due consiglieri regionali Emanuele Monti e Francesca Brianza (leggi QUI) dopo il passo indietro di Roberto Maroni da capolista.

FORZA ITALIA (Noi con l'Italia, Cambiamo e Popolo della famiglia)
«L'obiettivo, come Forza Italia e alleati, è ottenere la doppia cifra con i candidati a disposizione che sono ottimi e soprattutto molti provenienti dalla società civile», ha detto Piero GalparoliLuca Boldetti si è già presentato, così come i consiglieri uscenti Domenico Esposito e Simone Longhi. Potrebbe poi ricandidarsi Giovanni Chiodi e anche l'ex assessore Giuseppe Montalbetti è verso la conferma.

«Tutta l'area moderata, popolare, liberal centrista si è riunita in una lista unica che abbiamo fatto con Forza Italia - ha detto l'assessore regionale Raffaele Cattaneo  - E' un fatto politico che va segnalato e magari replicato altrove. L'area moderata sta col centrodetra e con Matteo Binchi, che ha un profilo di candidato coerente con i nostri valori. Se volete un esempio di come non si governa bene Varese è il teatro (leggi QUI), si torna indietro rispetto all'accordo di programma. Un esempio embletatico del "vorrei ma non sono capace"». 

FRATELLI D'ITALIA
Salvatore Giordano guiderà la lista di Fratelli d'Italia, per la prima volta da sola e forte di tantissime nuove adesioni: «Siamo una folta rappresentanza radicata sul territorio, con le esperienze necessarie per amministrare questa città. Crediamo di non essere un valore aggiunto ma sostanziale in questa coalzione». 

VARESE IDEALE - BIANCHI SINDACO
A presentare la lista di Varese Ideale, il consigliere regionale Giacomo Cosentino:  «La cornice valoriale identitaria in cui ci riconosciamo va a valorizzare le culture locali e tutelare le diversità e va in contrasto con una certa ideologia globalista che vuole imporre un pensiero unico e la cancellazione dei confini. La nostra lista è l'articolazione varesina di Lombardia Ideale, movimento civico territoriale regionale nato tre anni fa come sviluppp della Lista Fontana e che sta aggregando in tutta la regione un certo elettorato che condivide le proposte del governo regionale soprattutto di Matteo Salvini a livello nazionale, ma che non ha tessere di partito». 

Il manifesto per la città è molto chiaro: Varese città  sicura, pulita, viva. «Puntiamo ad eventi che coinvolgano realmente commercianti e albergatori. E poi sport a 360 gradi dialogando con le associazioni. Ristrutturazione degli impianti sportivi come la piscina comunale, lo stadio e il palazzetto, per la cui ristrutturazione regione ha messo 2milioni di euro. Fino poi a cogliere in pieno le occasioni delle Olimpiadi 2026 - ha aggiunto - Quando poi parliamo di pulizia, sarebbe già un passo avanti avere l’erba tagliata a bordo strada e  nei parchi rionali. Città sicura non solo grazie ad azioni mirate di polizia locale, ma tramite la riqualificazione e l’abbellimento di alcune zone. Sicura anche per i disabili con l’abbattimento delle barriere architettoniche: devono avere tutti le stesse possibilità. E poi un ripensamento del mercato di piazza Repubblica».

 


SPECIALE ELEZIONI 2021 - VARESE
Vuoi rimanere informato sulla politica di Varese in vista delle elezioni 2021 e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE POLITICA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE POLITICA sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore