/ Varese

Varese | 18 giugno 2021, 14:15

Scuola Anna Frank, alunni e genitori scelgono i colori delle nuove facciate

Sindaco Galimberti: «Mentre prosegue l'intervento di riqualificazione saranno i ragazzi a dirci il colore nel nuovo edificio»

Scuola Anna Frank, alunni e genitori scelgono i colori delle nuove facciate

Gli alunni e i genitori della Anna Frank stanno votando in queste ore i colori per le nuove facciate della loro scuola. Giallo, blu, verde o un mix di questi colori. Ecco alcune delle proposte inserite nel sondaggio online che il Comune di Varese ha inviato ai ragazzi della scuola media. Si potrà votare fino alla fine della prossima settimana e la proposta più votata sarà consegnata agli operai che stanno eseguendo in questi giorni i lavori di riqualificazione dell'edificio scolastico. Un momento importante di partecipazione dunque, in cui sono proprio coloro che ogni giorno frequentano la scuola ad avere il compito di scegliere i colori delle facciate.

«All'Anna Frank si sta portando avanti un intervento di completa riqualificazione dell'edificio – spiega il sindaco Galimberti - e ci sembrava giusto che fossero propri i ragazzi e le ragazze, insieme ai loro genitori, a scegliere i colori della loro scuola. Per questo abbiamo realizzato un sondaggio con alcune possibilità cromatiche e nei prossimi giorni avremo l'esito della consultazione. I colori scelti dagli alunni saranno i nuovi colori della scuola».

«Ringrazio il sindaco e il Comune di Varese – ha detto la dirigente Chiara Ruggeri - per la possibilità data ai ragazzi di scegliere i colori della scuola e partecipare quindi in modo attivo a questa riqualificazione. Per loro è un momento altamente formativo che crea un forte legame con la scuola».

Mentre gli alunni e i genitori sono chiamati alla scelta cromatica prosegue dunque l'intervento alla Anna Frank che punta a una maggiore efficienza termica, sostenibilità ambientale, sicurezza, riduzione dei consumi, oltre a un generale ammodernamento della struttura, con una previsione di spesa di circa 800mila euro.

«Come abbiamo già fatto per le scuole Garibaldi e Pellico – afferma l'assessore ai Servizi educativi Rossella Dimaggio – anche alla Anna Frank abbiamo proposto agli alunni di sentirsi partecipi in prima persona dei lavori di miglioramento della loro scuola. La scelta fatta da loro dei colori delle facciate può sembrare una iniziativa semplice ma ha invece un forte valore educativo per i nostri ragazzi oltre che di partecipazione attiva».

L'Anna Frank è uno dei 38 edifici scolastici che durante l'estate verranno interessati dai lavori che renderanno queste scuole sostenibili, efficienti, moderne, con alte prestazioni energetiche per ridurre le emissioni inquinanti e ottenere un sensibile risparmio economico. Un progetto reso possibile dall'accordo tra Comune di Varese e Siram Veolia.

«Anche questa estate, con le scuole chiuse – dice l'assessore ai Lavori pubblici Andrea Civati -, stiamo portando avanti un grande piano di interventi per migliorare gli edifici scolastici della nostra città. Un percorso iniziato 5 anni fa per un complessivo di quasi 10 milioni investiti nelle scuole della città».

Nel complesso, le scuole in cui verranno effettuati gli interventi sono gli asili nido Aguggiari, Aletti Gondar, Ferrari Bizzozero, Guaralda Giubiano; le scuole dell’infanzia Rocchetto Fè, Dalla Chiesa, Don Milani, Collodi, Papetti, Bizzozero, Jolanda Trolli, Calcinate, Guaralda Giubiano; la scuola dell’infanzia e primaria Capolago; le scuole primarie Fermi, Galilei, Canetta, Cairoli, Settembrini, Morandi, Sacco, Carducci, Foscolo, Marconi, Locatelli, Pascoli, San Giovanni Bosco, Garibaldi, Medea, Parini. E ancora: il compato di via Como composto dalla primaria Mazzini, la secondaria di primo grado Righi, la palestra di via Como e l’ex Istituto Enaudi; le scuole secondarie di primo grado Vidoletti, Salvemini, Anna Frank e infine il nuovo Liceo Musicale.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore