/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 12 giugno 2021, 15:09

Busto, il candidato del Pd Maggioni a Sant’Anna: «Quartiere con grandi potenzialità. Ma vanno sfruttate»

Prosegue il tour per la città del candidato sindaco del Partito Democratico: «Qui tante possibilità, ma servono interventi strategici per far sì che non diventi un dormitorio, ma si riscatti come quartiere satellite gioiello»

Maggioni e il Pd a Sant'Anna

Maggioni e il Pd a Sant'Anna

Prosegue il tour nei quartieri di Busto Arsizio del Partito Democratico, con il candidato sindaco Maurizio Maggioni.

Dopo San Michele (leggi qui) e Sacconago (leggi qui), oggi è toccato a Sant’Anna. «Un quartiere dalle grande potenzialità che però vanno sfruttate», sostiene Maggioni.

Con lui il segretario dem bustocco Paolo Pedotti, la capogruppo consiliare Valentina Verga e altri militanti.

Il candidato si è confrontato con i residenti, che hanno segnalato alcune problematiche: «L’ufficio postale, ad esempio, è molto piccolo e spesso si creano lunghe code all’esterno. È stata messa una panchina, ma non basta. I cittadini chiedono di spostarlo altrove: certo, non dipende dall’amministrazione, che però potrebbe fare pressing per ottenere uno spazio più adeguato».

Altri residenti si sono soffermati sulla sicurezza in via Cassano Magnago, sui parchi pubblici e sull’illuminazione giudicata carente in diverse zone.

«Questo quartiere è nato oltre cinquant’anni fa con una progettazione allora avanzata – afferma il candidato del Pd –. È un quartiere satellite con degli aspetti negativi, come i collegamenti, la marginalità dei servizi o la mancanza di commercio di vicinato».

Bene le iniziative come guardia medica e aree cani, «ma occorre fare qualcosa per animare Sant'Anna. Noi pensiamo a forme di “cultura sotto-casa” per attirare i cittadini di Busto e superare l’isolamento. Il salto di qualità è possibile e potrebbe passare dalla riqualificazione energetica».

«La popolazione diventa sempre più anziana – fa notare Maggioni –. Bisogna pensare al futuro, iniziando a rendere il quartiere appetibile, pensando a quando i residenti necessariamente cambieranno. Ci potrebbe essere una mobilità diversa (e gli studenti del liceo Candiani hanno studiato il tema), ancora più verde, e occorre vivacizzare la zona per quanto riguarda la cultura. Questo è un quartiere esemplare dal punto di vista delle possibilità. Ma richiede degli interventi strategici, oltre alla manutenzione ordinaria, per far sì che non diventi un dormitorio, ma si riscatti come quartiere satellite gioiello».

 

R.C.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore