/ Territorio

Territorio | 10 giugno 2021, 15:01

Il sindaco di Induno Cavallin: «La Procura ha archiviato la mia posizione sulla vicenda giudiziaria del 2019»

Il primo cittadino aggiorna sui social i suoi concittadini sull'inchiesta che ha coinvolto il Comune nel novembre di due anni fa: «Apprendo però che mi viene contestato di non aver sporto denuncia nei confronti del dipendente comunale reo, secondo le autorità, di aver commesso reati»

Il sindaco di Induno Cavallin: «La Procura ha archiviato la mia posizione sulla vicenda giudiziaria del 2019»

Il sindaco di Induno Olona Marco Cavallin aggiorna, sui social, i suoi concittadini riguardo la sua posizione giudiziaria legata alla vicenda che ha riguardato il Comune nel novembre del 2019 (LEGGI QUI)

«Ritengo doveroso e corretto, come ho sempre fatto, aggiornarvi sulla mia situazione personale - premette Cavallin - pochi giorni fa mi è stato notificato un avviso di chiusura indagini preliminari, da parte della Procura della Repubblica di Varese. Dopo lunghe e dettagliatissime indagini, la Procura della Repubblica ha escluso ipotesi di qualsivoglia mia corresponsabilità nei gravi reati che alcuni hanno commesso a danno del nostro comune, chiedendo al Giudice per le indagini preliminari l’archiviazione di questa ipotesi di reato».

«Nel documento apprendo tuttavia che mi viene invece contestato di non avere sporto denuncia nei confronti del dipendente comunale reo, secondo la medesima autorità, di avere commesso quei reati - prosegue il sindaco - nel rispetto della riservatezza che deve accompagnare le indagini giudiziarie, tengo a precisare la mia totale estraneità a quest’accusa. Finalmente adesso avrò la possibilità di presentare la mia versione dei fatti, confidando sempre nel lavoro della magistratura. Per quanto l’ipotesi rimasta, contemplata dall’art. 361 C.P., sia sanzionata con una multa da 30 a 516 euro, è fondamentale per me che sia chiaro ed inequivoco che la mia serenità deriva dall’assoluta certezza di non avere nessuna responsabilità in questa vicenda».

«Anche se si tratta di un contestazione per così dire "minore" - conclude il primo cittadino - nessuna ombra anche lieve può rimanere in ordine alla mia correttezza e sono certo di poter dimostrare in modo cristallino quanto vi ho appena detto. Tanto dovevo nella linea di assoluta trasparenza comunicativa che da sempre perseguo; sono certo che capirete anche che, stante la delicatezza della questione, non rilascerò in questa sede e in questo momento ulteriori commenti».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore