/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 10 giugno 2021, 16:57

Busto, musei aperti di sera. E accesso libero in biblioteca

Nuovi orari e modalità di accesso ai luoghi della cultura. La vicesindaco Maffioli: «Il pubblico potrà fruire della bellezza delle opere prima o dopo un aperitivo o una cena in uno dei locali della città o dello shopping del giovedì sera». Con l’ingresso in zona bianca, invece, per usare le sale studio non sarà più necessario prenotare

Palazzo Marliani-Cicogna a Busto

Palazzo Marliani-Cicogna a Busto

Nei prossimi giorni saranno introdotte importanti novità in merito alle modalità e agli orari di accesso ad alcuni luoghi della cultura cittadini, in particolare la biblioteca comunale e le Civiche Raccolte d’Arte che hanno sede a Palazzo Cicogna. 

«Palazzo Cicogna è grande protagonista dell'estate culturale cittadina - commenta la vicesindaco e assessore a Identità e Cultura Manuela Maffioli -: con le nuove modalità di accesso a biblioteca e museo intendiamo facilitarne ulteriormente la frequentazione da parte di utenti e visitatori».

Civiche Raccolte d’Arte di Palazzo Marliani Cicogna 

Dal 15 giugno al 31 luglio le Civiche Raccolte di Palazzo Cicogna saranno aperte nei seguenti orari: martedì - sabato 18.30 – 22.00; venerdì anche 9.30 – 13.00; domenica: 15.00 – 18.30.

«L'apertura degli spazi museali la sera, in particolare - sottolinea la vicesindaco - intende offrire al pubblico l'opportunità di fruire della bellezza delle opere esposte in orario comodo e con una temperatura più fresca, anche come complemento a una passeggiata in centro, prima o dopo un aperitivo o una cena in uno dei locali della città o dello shopping del giovedì sera».

Il museo aprirà dunque negli orari in cui le temperature sono meno calde e anche dopo cena, in modo da consentire le visite a chi lavora o studia fino a tardi o a chi, a passeggio per il centro, voglia concedersi anche una visita al museo, dove, oltre alla collezione permanente, fino al 11 luglio saranno allestite le mostre del Festival Fotografico Europeo: “Paesaggi umani” di Marianne Sin-Pfaltzer, “Il Grande Sogno” di Chiara Samugheo, “I colori, i sorrisi di Patty” di Patriza Wyss.

Dal 20 giugno si aggiungerà la mostra “Un secolo di ritratti – Volti, società, costume” di vari autori selezionati dall’Archivio Fotografico Italiano che cura la rassegna.

Si conclude invece il 13 giugno “Plastica per l’arte il valore del riciclo” di Andrea Polenghi e Lady Be: c’è ancora qualche posto per le visite guidate in programma venerdì 11 giugno con inizio alle 17.00, 17.45 e 18.30 (prenotazioni sulla piattaforma Eventibrite https://www.eventbrite.it/e/biglietti-visita-guidata-mostra-plastica-per-larte-a-palazzo-cicogna-152077900093).

Dal 27 aprile, la mostra è stata visitata da 674 persone che hanno apprezzato i ritratti di personaggi famosi realizzati dagli artisti che hanno in comune una forte sensibilità e un particolare impegno a favore della sostenibilità, attraverso il riciclo della materia plastica. Il lavoro di Lady Be, in particolare, è stato valorizzato da numerosi articoli e interviste comparse sulla stampa nazionale. E in mostra, tra gli altri, c’è il ritratto dedicato a Dante Alighieri realizzato per il magazine 7 del Corriere della Sera in occasione del settecentesimo anniversario della morte del poeta.

Per quanto riguarda l’installazione di fiber art Soft Back degli artisti milanesi DAMSS che è stata esposta dal 9 maggio al 6 giugno e le mostre del Festival Fotografico che continuano fino all’11 luglio si contano invece 471 visitatori.

Sale studio della Biblioteca comunale G.B. Roggia

Con l’ingresso in zona bianca, dal 14 giugno per accedere alle sale studio non sarà più necessario prenotare

L’accesso sarà libero fino ad esaurimento dei posti disponibili, che restano contingentati in base alle norme di sicurezza: 39 nell’ala storica per gli studenti universitari e 13 in sala Monaco per i ragazzi della quarta e quinta superiore. 

Gli studenti riceveranno un pass giornaliero riportante nome e cognome e non cedibile ad altri che dovrà essere esposto in evidenza sul tavolo per tutto il tempo della permanenza nelle sale studio e mostrato al personale su richiesta. Ovviamente dovranno essere osservate tutte le norme di sicurezza: distanziamento, utilizzo della mascherina, igiene delle mani. 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore