/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 10 giugno 2021, 17:41

Allagamenti a Busto: Antonelli punta su una "vasca volano"

Da realizzarsi a Malpensafiere, al costo di tre milioni, sarebbe preferibile a interventi radicali che potrebbero impegnare fino a 20 milioni

Il sindaco Antonelli: una "vasca volano" nei pressi di Malpensafiere per contenere gli effetti delle precipitazioni eccessive

Il sindaco Antonelli: una "vasca volano" nei pressi di Malpensafiere per contenere gli effetti delle precipitazioni eccessive

Allagamenti, anche pericolosi, dell’8 giugno. E non solo. Che fare? Dalle soluzioni dell’uomo della strada al lavoro sul cambiamento climatico, le precipitazioni straordinarie, con relative conseguenze, hanno stimolato una riflessione a tutto campo. Così, fra quanti chiedono un ridimensionamento della vegetazione nelle aree sensibili (i rimasugli verdi possono mettere a dura prova lo smaltimento delle acque) e chi punta il dito su precipitazioni sempre più intense (fenomeno con addentellati planetari) si fa sentire il sindaco, Emanuele Antonelli. Il quale propone analisi e soluzioni (vedi allegato in fondo all'articolo) ed elenca una serie di azioni messe rapidamente in pista.

«Ho presieduto una riunione con tutti gli organismi coinvolti – riassume in un comunicato - accertato le cause, posto in essere i primi rimedi, messo le basi per interventi strutturali. Ho chiesto alla società Alfa, che gestisce il sistema idrico, di mettere mano agli impianti di allarme, nelle vie coinvolte, da implementare nel giro di qualche settimana».

Aggiunge, e qui c’è un qualche riconoscimento a quanti guardano ai rifiuti, vegetali e non, che otturano le vie di smaltimento: «Ho allertato Alfa affinché ponga in essere una radicale pulizia dei tombini della zona e invitato la nostra partecipata Agesp Attività Strumentali a dare massima collaborazione».

Infine, un ribaltamento: Busto non è responsabile ma vittima «…di un problema infrastrutturale che sta a monte della città. Il presidente di Alfa, Paolo Mazzucchelli, si è incaricato di proporre, entro il 2021, le modifiche che sono indispensabili per il corretto deflusso delle acque meteoriche, avviando le procedure di realizzazione di un progetto che, nell’ipotesi di modificare completamente il condotto fognario, avrebbe un costo superiore a 20 milioni di euro. Come ormai noto, infatti, la causa dell’allagamento del sottopassaggio di via Torquato Tasso, via XX Settembre e di alcune strade adiacenti risiede in un problema strutturale del collettore intercomunale che recapita i reflui fognari  al depuratore di Sant’Antonino Ticino». Situazione, prospettiva ed esborso giustificano la ricerca di «…una soluzione alternativa che prevede la costruzione di una vasca volano in zona Malpensafiere».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore