Elezioni comune di Varese

 / Economia

Economia | 18 maggio 2021, 11:57

Fondazione Sodalitas realizza 310 nuovi progetti d'impresa con le scuole superiori del Varesotto

L'associazione varesina di manager volontari, che ha sede in Univa, ha presentato il progetto formativo "Start-up", per costruire il futuro dei giovani in base alle nuove competenze necessarie

Fondazione Sodalitas realizza 310 nuovi progetti d'impresa con le scuole superiori del Varesotto

La domanda iniziale che si sono rivolti i manager Volontari di Sodalitas Varese nell’ambito del progetto “Giovani & Impresa” è stata: “Quali sono le nuove competenze necessarie ai giovani, per costruire il loro futuro?”. L’innovativo progetto formativo “Start-Up” è stata la risposta.  

Una risposta caratterizzata anche da tanto disorientamento per il presente, ma anche tanta voglia di futuro nei 310 progetti di nuove start up realizzati da 1.440 studenti delle scuole superiori di 11 diversi istituti (Varese, Saronno, Sesto Calende, Gallarate, Somma Lombardo, Bisuschio e Castellanza), guidati dai manager volontari della Fondazione Sodalitas di Varese. Il 54% dell’attività Sodalitas (62 seminari) nell’anno scolastico 2020/2021, si è concentrato nella realizzazione di seminari secondo la modalità del “learning by doing/imparare facendo“, partendo dal presupposto che il modo migliore per capire come funziona un’impresa e come prepararsi al futuro professionale è quello di metterne in piedi una. Gli studenti toccano con mano, in questo modo, che una buona parte delle professioni richieste in futuro non esistono ancora, e che analizzare i cambiamenti in corso dal punto di vista economico, sociale e tecnologico è la condizione necessaria per individuare l’area di attività della futura impresa.

Si affrontano, nei seminari, le modalità di funzionamento del lavoro di gruppo, come l’impresa crea e distribuisce valore, come rappresentare la propria idea secondo la metodologia del Business Model Canvas, come realizzare un Business Plan e come padroneggiare le tecniche di comunicazione nel momento in cui si decide di presentare ad altri la propria start up. Le aree di attività delle start up progettate, non necessariamente connesse con il percorso di studi, vanno dalla sostenibilità ambientale d’impresa all’economia circolare, dal cosharing (condivisione di beni e servizi) al prosumer (inteso come consumatore attivo, coinvolto nella  “produzione“ di  parti del processo di realizzazione  del prodotto/servizio), dai nuovi servizi alla persona a quelli alle imprese, dalla digitalizzazione alle tecnologie connesse al 4.0, dall’agricoltura biologica al turismo sostenibile.

Gli studenti hanno risposto con entusiasmo e spesso hanno dichiarato alla fine del seminario di avere le idee più chiare sul proprio futuro professionale o sul percorso di studi universitari da intraprendere. Numerosi sono stati i docenti che hanno seguito con i propri studenti, già in fase di sperimentazione, la realizzazione di queste start up, spesso con curiosità ed interesse. Per questo Sodalitas ha pensato di realizzare dei seminari dedicati appositamente per loro in modo da avere la possibilità di approfondire alcune tematiche di particolare interesse. Ne sono stati realizzati nove che, unitamente agli interventi di supporto che sono stati richiesti per il progetto Educazione Civica, da quest’anno parte integrante dei percorsi curricolari di tutte le scuole, hanno coinvolto complessivamente 150 docenti con focus sulla Comunicazione, la Gestione del tempo e la Sostenibilità di Impresa.

Sodalitas Varese non soltanto ha ripensato i contenuti della propria offerta formativa, ma  ha riprogettato  anche i seminari da tempo consolidati, con focus su CV e colloqui di selezione, la comunicazione assertiva, l’analisi dell’evoluzione del contesto. Nel riprogettarli si è tenuto soprattutto conto che anche tutti questi interventi, (ne sono stati realizzati 52, con quasi 600 Curriculum preparati dagli studenti), si sono svolti in DaD (Didattica a Distanza) con i limiti ma anche le potenzialità insite nel relazionarsi ed interagire con gli studenti attraverso una piattaforma informatica e non più in presenza.

Quali sono i progetti per il prossimo anno? Complessivamente nel 2020/2021 si sono coinvolti 2.525 studenti di 14 istituti. La cosa più importante è stata, per le attività formative di Sodalitas, l’interazione costante e l’affinamento di tecniche di coinvolgimento degli studenti singolarmente o a piccoli gruppi. I ritorni registrati da Sodalitas sia sulle attività per gli studenti che per i docenti sono molto positivi e incoraggiano i manager volontari a proseguire su questa strada anche per il prossimo anno scolastico. Oltre che a riproporre i seminari di quest’anno, si sta già lavorando ad un progetto di ampliamento dell’offerta con seminari di approfondimento sull’Agenda Onu 2030 e del Green Deal Europeo.   

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore