/ Territorio

Territorio | 15 maggio 2021, 09:39

Frontiere con la Svizzera, altro cambio di regole: si entra solo con il tampone

A riferirlo il sindaco di Lavena Ponte Tresa e presidente dei Comuni di frontiera Massimo Mastromarino: «A seguito di una nuova ordinanza del ministero della Salute l'ingresso in Italia non è consentito né con il certificato di vaccinazione né con quello di avvenuta guarigione»

Frontiere con la Svizzera, altro cambio di regole: si entra solo con il tampone

Ennesimo cambio di regole per l'ingresso in Italia dalla Svizzera, che sarà possibile a partire da domani, domenica 16 maggio.

Contrariamente a quanto comunicato ieri, potranno varcare la frontiera italiana soltanto le persone in possesso dell'esito negativo di un tampone molecolare o antigenico, non antecedente le 48 ore; barriere abbassate invece per coloro che sono stati vaccinati contro il Covid o che sono guariti.

A riferirlo il sindaco di Lavena Ponte Tresa e presidente dell'associazione dei Comuni di frontiera Massimo Mastromarino; una passo indietro che sa di beffa, visto che proprio lo stesso Mastromarino aveva chiesto maggiore coraggio al Governo e di far entrare temporaneamente le persone in Italia senza bisogno del tempone (LEGGI QUI).

«A seguito di emanazione di una nuova ordinanza del Ministero della Salute sarà possibile l'ingresso in Italia dalla Svizzera - riferisce Mastromarino - solo se muniti di certificazione di test molecolare o antigenico per mezzo di tampone con esito negativo, non antecedente le 48 ore. Al momento, fino a nuova disposizione, non è possibile passare la frontiera con il certificato di vaccinazione o con il certificato di guarigione dal Covid non antecedente i sei mesi». 

M. Fon.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore