/ Attualità

Attualità | 07 maggio 2021, 15:11

Coronavirus a scuola: in provincia di Varese 93 contagi e 2.016 soggetti in quarantena

Situazione in miglioramento all'interno degli istituti scolastici della nostra provincia: tra il 26 aprile e il 2 maggio numeri ridotti rispetto alla settimana precedente. Sul territorio di Ats Insubria ci sono 25 scuole con più casi e 2 classi focolaio

Coronavirus a scuola: in provincia di Varese 93 contagi e 2.016 soggetti in quarantena

E' sotto controllo la situazione contagi nelle scuole. La rassicurazione arriva dal monitoraggio settimanale di Ats Insubria, che al momento non rivela particolari criticità all'interno degli istituti del territorio di competenza, ovvero la provincia di Varese e quella di Como. Tra il 26 aprile e il 2 maggio Ats Insubria ha registrato 25 scuole con più casi e due classi focolaio, ma il trend è in miglioramento.

Nella settimana tra il 26 aprile e il 2 maggio il numero dei ragazzi (o personale scolastico) contagiati e dei loro contatti finiti in quarantena si è ridotto rispetto alla settimana precedente. In provincia di Varese si sono registrati 93 casi di positività nelle scuole e 2.016 soggetti in quarantena: sette giorni fa i postivi erano 126 e in isolamento c'erano 2.957 persone.

Nello specifico nelle scuole dell'infanzia e nei nidi della provincia sono stati individuati 13 casi di positività al Covid con 208 soggetti in isolamento (sette giorni fa erano rispettivamente 31 e 547). Per quanto riguarda le primarie la situazione fotografa 28 positivi e 630 quarantene (erano 30 e 698), mentre nelle secondarie di primo grado del Varesotto i positivi ammontano a 21 soggetti e le quarantene a 467 (erano 19 e 554). Nelle secondarie di secondo grado i contagiati sono 31 e le persone in isolamento 711, contro i 46 casi e le 1.158 quarantene di sette giorni fa.

«La situazione impone la massima attenzione - il commento del direttore sanitario di Ats Insubria, Giuseppe Catanoso - ma gli ultimi dati confermano come all'interno delle scuole i contagi siano sempre molto ridotti». La situazione più delicata resta quella all'ingresso e all'uscita degli studenti e sui mezzi di trasporto: in queste situazione il rischio è più elevato se non si rispettano le norme come utilizzo della mascherina e distanziamento.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore