/ Cronaca

Cronaca | 05 maggio 2021, 15:51

Madre e figlia "complici" per rubare al grande magazzino. Ma i carabinieri scoprono il trucco

Sono state sorprese a rubare in un grande magazzino a Mesenzana: nel camerino la figlia, ancora studentessa, rimuoveva l'antitaccheggio e indossava i vestiti nuovi sotto i suoi. Dovranno rispondere di furto aggravato

Madre e figlia "complici" per rubare al grande magazzino. Ma i carabinieri scoprono il trucco

Madre e figlia sorprese a rubare in Valcuvia: denunciate. I carabinieri di Luino hanno denunciato a piede libero una madre e la giovane figlia, ancora studentessa, sorprese l’altro giorno a rubare capi di abbigliamento dall’interno di un grande magazzino a Mesenzana, in Valcuvia.

Le due si aggiravano per gli scaffali della merce dimostrandosi interessate a vari capi di vestiario, sia nel reparto donna che uomo. Ogni tanto la figlia entrava in camerino per provare qualche capo ma, una volta all’interno, provvedeva a rimuovere il dispositivo anti taccheggio per poi nascondere la merce sotto i propri vestiti.

Questo atteggiamento, però, non è passato inosservato ad un addetto alle vendite che, insospettito, ha chiamato subito i carabinieri di Luino che sono arrivati dopo poco fuori del negozio.

Prima di uscire, per non destare sospetti, le due donna sono passate alla cassa, dove la madre ha pagato merce del valore di pochi euro. Una volta passate le casse però entrambe sono state fermate dall’addetto che ha chiesto loro di aprire la borsa di fronte ai carabinieri.

A quel punto è venuto a galla il furto: la giovane aveva nascosto capi di vestiario e biancheria intima per un valore di circa cento euro. Entrambe sono state denunciate per furto aggravato.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore