/ Calcio

Calcio | 04 maggio 2021, 16:26

Alessio Dionisi porta un pezzetto di biancorosso in serie A. È il trionfo delle idee e del piacere di giocare a calcio

L'Empoli torna trionfalmente tra i grandi grazie a un condottiero "adottato" e amato da Varese. Vedendo giocare le sue squadre è sempre emersa una "visione" fatta di bel gioco e di quella capacità unica di mettere chiunque nella condizione di rendere al meglio

Alessio Dionisi (foto dal profilo Facebook ufficiale dell'Empoli F.C.)

Alessio Dionisi (foto dal profilo Facebook ufficiale dell'Empoli F.C.)

L'Empoli torna trionfalmente in serie A dopo il 4-0 nel recupero sul Cosenza spinto dal coraggio e dal piacere di giocare del tecnico Alessio Dionisi, ben più che un ex giocatore biancorosso visto che Varese è da tempo la sua città, dove ha famiglia, affetti e un pubblico che lo stima. Ricordiamo gli applausi di tutto il Franco Ossola quando il suo Borgosesia anni fa venne a spiegare calcio di fronte a un Varese, sulla carta, tutt'altro che inferiore. Ma Dionisi, che a 41 anni pare un predestinato, ha sempre avuto dalla sua parte qualcosa che, forse, solo Mangia trasmise in egual misura: le idee, la capacità di ragionare da mister ma anche da giocatore, il piacere di andare in campo a divertirsi, la capacità di fare gruppo con tutte le componenti dei suoi club, a partire dalle giovanili che incarnano l'anima profonda dei colori che difende, passando dal magazziniere e arrivando all'ultimo uomo del suo staff.

Abbiamo avuto sempre la sensazione, vedendo giocare Borgosesia, Fiorenzuola, Imolese, Venezia e ora Empoli - tappe di una carriera costruita gradino dopo gradino, come un mosaico composto ogni volta da un nuovo puzzle capace di incastrarsi alla perfezione, con la giusta capacità di attendere e non volere tutto subito - di essere di fronte a una squadra che cambia nome ma ha sempre una "visione", un'identità e una stessa pelle: quella di chi riesce a mettere chiunque nella condizione di dare il meglio di sé. E di chi arriva al campo sempre con un sorriso e riesce a fare divertire il gruppo anche nella partitella contro le giovanili o fuori dal rettangolo verde.

Con Dionisi tutto sembra avere un inizio e una conclusione: anche quella che lo ha sempre portato, e ancora una volta lo porterà, ben oltre il traguardo appena conquistato. Ma intanto godiamoci questo pezzetto di serie A che, grazie a lui, è un pochino anche nostro, cuori biancorossi di Varese. 

Andrea Confalonieri


Vuoi rimanere informato sul Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE CALCIO
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE CALCIO sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore