/ Storie

Storie | 01 maggio 2021, 13:23

PizzAut, il sogno del lavoro che diventa realtà ed esempio per tutti: «L'amore al centro dell'economia»

A Cassina de' Pecchi la pizzeria con ragazzi autistici prende il via (e con firma in diretta di contratto a tempo indeterminato). Un sogno anche un po' bustocco tra amici come monsignor Luca Raimondi e Daniele Ferrè e il libro dei Promessi sposi della nostra Silvia Cassani

I ragazzi di PizzAut con Nico Acampora e il libro di Silvia Cassani

I ragazzi di PizzAut con Nico Acampora e il libro di Silvia Cassani

Il sogno del lavoro che diventa realtà il Primo Maggio: una gioia che esplode con la pizza servita a Cassina de' Pecchi, ma che è anche un po' bustocco.

Oggi è stata inaugurata PizzAut, con firma in diretta anche di un contratto  tempo  indeterminato per uno dei ragazzi autistici arruolati in questa impresa. La loro gioia esplode, alla presenza di autorità, sponsor, ma tutti raccolti sotto la più importante etichetta di amici. Come dirà monsignor Luca Raimondi, figura molto cara a Busto, qui si è messo l'amore al centro dell'economia e solo questo potrà salvarci. Tanti hanno offerto, con gesti piccoli e grandi il loro contributo. Tra di loro, anche la Famiglia Sinaghina e i poeti di Busto con il libro dei Promessi Sposi, che si inserisce proprio in questo importante messaggio culturale sull'autismo attraverso i disegni della bustocca Silvia Cassani (LEGGI QUI). Libro che oggi i ragazzi hanno potuto stringere tra le mani.

La pandemia ha ritardato il momento e costretto a puntare in questi mesi sul furgone (LEGGI QUI) ma adesso la pizzeria è aperta. C'è la presidente del Senato Elisabetta Casellati che emozionata ricorda il primo incontro con Pizzaut, la sfida intrapresa da papà Nico Acampora che ci ha messo tutta la passione, ingrediente fondamentale di ciascun componente di questa avventura bellissima: «Sono qui in veste di vostra amica - ha ribadito la presidente - oggi per me è una giornata molto importante».

GUARDA IL VIDEO

Poi parla Daniele Ferrè, presidente di Coop Lombardia: «Siamo amici, non sponsor. Sono stato veramente felice di partecipare, con il primo supermercato adatto a voi e per tante altre persone a Monza. L'abbiamo studiato insieme. Ma non ci fermiamo lì, abbiamo organizzato nei nostri negozi una raccolta fondi che aiuterà voi e altre realtà».

GUARDA IL VIDEO 

La benedizione di monsignor Luca Raimondi, nel suo stile: «Il grande cardinale Martini mi ha insegnato che non c'è distinzione tra chi crede in Dio o no nella Bibbia c'è tra chi è uomo libero e chi schiavo... Chi è libero osa un cammino, si fida di Qualcuno lassù o almeno di chi cammina con lui. Questa è PizzAut. Qui avete giocato l'amore come fattore determinante nell'economia, o lo facciamo tutti o non si salva nessuno».

GUARDA IL VIDEO

Papà Nico presenta tutti: «Quando siamo partiti con questo progetto non ci credeva quasi nessuno. La pandemia ha bloccato l'apertura del ristorante. Ma quel quasi è diventato sempre più grande».

GUARDA IL VIDEO

È il momento di festeggiare, anche sotto la pioggia. Con l'ultima "benedizione" di monsignor Raimondi: «Che la pizza sia buona!».

Marilena Lualdi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore