/ Calcio

Calcio | 30 aprile 2021, 14:05

Disabato porta i pasticcini ai compagni, Ezio Rossi pensa al Legnano: «Hanno gli attaccanti più forti del girone»

Il centrocampista biancorosso porta un dono per i compagni dopo il suo compleanno e quello di Dellavedova, Gazo si presenta anche con una stampella e Neto carica il gruppo prima di andare a un funerale: spezzoni di di un gruppo vero prima della partita di domenica al Franco Ossola con i lilla

Il ghigno di Ezio Rossi sotto il nubifragio di Brenno prima dell'allenamento odierno

Il ghigno di Ezio Rossi sotto il nubifragio di Brenno prima dell'allenamento odierno

Domenica Varese-Legnano dovrà essere il secondo passo del cammino salvezza decisivo iniziato con la vittoria di Vado. Certo, l'avversario sarà ben diverso: secondo Ezio Rossi, che ha parlato prima dell'allenamento sotto il mezzo nubifragio di Brenno, «i lilla hanno grande qualità da metà campo in su con 4 attaccanti che, nell'insieme, sono i più forti del girone. Dovremo darci una mano tutti dietro, anche perché il Legnano gioca bene a calcio e lo fa sempre. Poi, quando si riparte, qualcosa potremo fare».

Poco prima, Donato Disabato, che in tribuna in Liguria ha fatto un tifo d'inferno per i compagni accanto al mister (domenica Rossi sarà nuovamente squalificato), era arrivato con pasticcini per la squadra: «L'avevo promesso per i miei 31 anni e ci abbiniamo anche il compleanno di Dellavedova, che ieri di anni ne ha festeggiati 19». C'è anche Gazo con stampella: sarebbe pronto ad andare in campo anche con quella per il Varese. E c'è Neto che, nonostante debba andare al funerale della nonna della sua Elena, non manca accanto alla squadra prima d'inizio allenamento. 

«A Vado abbiamo giocato una buona partita da squadra concentrata e determinata - prosegue Rossi - e soprattutto stavolta abbiamo realizzato il 30 per cento delle occasioni create. In altre partite, rapportate ovviamente all’avversario, avevamo però giocato meglio ma le parole, lo ripeto, lasciano il tempo che trovano e alla fine tutti, guardandosi indietro, guardano solo i risultati». 

«Per me non era una finale - prosegue il tecnico - e ora guardo a cosa ci aspetta: abbiamo 5 scontri diretti e 5 partite in cui, se guardi la classifica, non hai scampo, come la prossima con il Legnano. Ma finora siamo riusciti a giocarcela anche con squadre che hanno 30 punti in più di noi». 

«Infortuni e assenze? Ci abbiamo fatto il callo - chiude Rossi - Il fato è contrario, ma il vento lo dobbiamo fare girare noi. Abbiamo disputato 4 delle 11 gare che dobbiamo giocare ogni tre giorni, senza respirare. Ne abbiamo ancora 7. Chi recupero? Non lo so, ieri non ci siamo allenati». 

A chi gli chiede se si attende un Legnano arrabbiato per l’andata, l'allenatore del Varese replica con molto rispetto: «Noi siamo arrabbiati con il mondo per come abbiamo perso certe partite. Diciamo che siamo tutti arrabbiati».

Andrea Confalonieri


Vuoi rimanere informato sul Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE CALCIO
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE CALCIO sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore