Ippica - 14 aprile 2021, 10:27

Varesini in gran spolvero a San Siro. Con una dedica speciale all'architetto Pavesi

Dalla scuderia Genets di Sergio Bazzani a Wopart, pupillo della famiglia Borsani sellato da Bruno Grizzetti, e agli allunghi vincenti di Sopran Manny e Borgatella, che è di proprietà di Pierangelo Pavesi, realizzatore tra l'altro della tribuna dell'ippodromo nonché grandissimo appassionato di galoppo: risplende l'orgoglio prealpino a San Siro

Varesini in gran spolvero a San Siro. Con una dedica speciale all'architetto Pavesi

Settimana prolifica quella appena trascorsa con un weekend super positivo per i cavalli in training alle scuderie di via Galdino da Varese, protagonisti tutte le mattine nei lavori sulla pista in sabbia dell’ippodromo Le Bettole di Varese.

Partiamo da due rappresentanti della scuderia Genets di Sergio Bazzani che, con Gartoria sabato e Bias Power mercoledì scorso, ha ottenuto due bei successi sempre per l’allenamento della Grizzetti Galoppo. Sempre sabato ha vinto una condizionata sulla distanza del miglio Wopart, il pupillo della famiglia Borsani sellato da Bruno Grizzetti, che con in sella Fabio Branca ha staccato il pass per il tentativo nel Parioli domenica 25 aprile alle Capannelle di Roma. Sopran Basilea invece si è dovuta accontentare della seconda moneta alle spalle di Zelandia, ma la portacolori di Leonardo Ciampoli ha mostrato di gradire molto la distanza del doppio chilometro in ottica Oaks d’Italia.

Nell’ultima corsa di sabato, l’handicap sul chilometro e mezzo è stato risolto dell’allungo imparabile di Bridge Dino con in sella Valeria Toccolini, ovvero la sua preparatrice mattutina che in corsa ha vestito i colori della figlia Micol Meiohas per un perfetto en-plein di famiglia. Domenica, invece, in una giornata di corse caratterizzata da una qualità leggermente più bassa, si sono imposti due cavalli “varesini” anche di proprietà e rispondono ai nomi di Borgatella e Sopran Manny. Il primo è un allievo di Ridha Haboubi, allenatore tunisino ormai da tempo in attività qui, prima nelle scuderie Olona di Caravate e da qualche anno trasferitosi in via Galdino.

Borgatella ha vinto con in sella Federico Bossa ed è di proprietà dell’architetto Pierangelo Pavesi, realizzatore tra l’altro della tribuna dell’ippodromo nonché un grandissimo appassionato ed esperto di galoppo, presente a quasi tutte le riunioni che si disputano sul tracciato di casa, che non ha potuto seguire di persona la vittoria del suo pupillo (cogliamo l’occasione per inviargli, seppur a distanza, l'abbraccio e la dedica di questa vittoria da parte di tutti gli appassionati). Sopran Manny invece è allenato da Emilio Premoli, altro varesino doc, ed è di proprietà di Paolo Maiocchi.

La corsa si è disputata sulla pista dritta di San Siro e il vincitore è stato montato da Luca Maniezzi, presidente tra l’altro dell’associazione fantini, residente da diversi anni sul lago Maggiore nella zona di Laveno. Nella stessa corsa da segnalare anche il quarto posto di Oakville, una 7 anni allenata da Marco Gonnelli con i colori del varesino Michele Arpa.

Jacopo D'Elia

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU