/ Varese

Varese | 12 aprile 2021, 12:31

Coronavirus, calano i ricoverati negli ospedali dell'Asst Sette Laghi: a oggi sono 382

Dopo settimane di crescita e alcuni giorni di stallo inizia ad allentarsi la pressione sulle nostre strutture sanitarie. Stabili però le terapie intensive (33 i pazienti), mentre diminuisce l'afflusso dei positivi sul pronto soccorso del Circolo

Coronavirus, calano i ricoverati negli ospedali dell'Asst Sette Laghi: a oggi sono 382

Una prima cauta buona notizia sul fronte dei ricoveri per Coronavirus negli ospedali dell'Asst Sette Laghi. Dopo settimane di crescita e alcuni giorni di sostanziale stallo da un paio di giorni sembra iniziata l'inversione di tendenza, con i pazienti positivi al Covid ricoverati che iniziano a diminuire.

A oggi sono 382 gli assistiti "Covid +" negli ospedali del Circolo, di Tradate e di Angera. La maggior parte di loro è a Varese, mentre a Tradate sono una novantina gli assistiti e ad Angera 45. Martedì scorso erano 410: un calo piuttosto evidente, che fa ben sperare anche se l'azienda sanitaria non abbassa la guardia ed è pronta ad affrontare eventuali "effetti" delle feste di Pasqua. Ma per il momento i dati dicono che la discesa potrebbe essere iniziata. Ieri ad esempio sono stati 12 i nuovi ricoveri a fronte di 18 pazienti dimessi.

Dei 382 assistiti 33 sono quelli attualmente in terapia intensiva. Un dato stabile rispetto alla scorsa settimana, quando erano 34. Calano invece i malati che necessitano di assistenza alla respirazione mediante caschi Cpap: sono attualmente 25, sette giorni fa superavano le trenta unità.

Migliora nettamente l'afflusso dei pazienti positivi al pronto soccorso del Circolo: delle 100/130 persone che ogni giorno si rivolgono all'ospedale del capoluogo par varie ragioni circa il 10% lo fa perché colpito dal Covid-19. Un dato in calo: settimana scorsa la percentuale era intorno al 15%, mentre nelle settimane precedenti era arrivata al 20%.

Bruno Melazzini

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore