/ Lettere

Lettere | 06 aprile 2021, 14:08

Cuveglio, il Comitato cittadino: «Quello dei parcheggi sotterranei non è il vero problema del paese»

Il presidente dell'associazione in una lettera «apprezza lo sforzo dell'amministrazione comunale nel soprassedere al progetto, ma se il Comitato si è costituito è per la viabilità insopportabile, per il verde che manca e per i parcheggi inesistenti»

Cuveglio, il Comitato cittadino: «Quello dei parcheggi sotterranei non è il vero problema del paese»

Bene che il Comune di Cuveglio voglia rinunciare alla realizzazione del parcheggio interrato sotto la nuova piazza mercato, ma i problemi del paese sono altri.

Questa in sintesi, la posizione espressa da Alessandro Rossi, presidente pro tempore del Comitato cittadino "Strade Verde Parcheggi", il quale in una nota elenca tutte le criticità di Cuveglio su cui il neonato Comitato intende dire la propria. 

«In qualità di presidente pro-tempore del Comitato Cittadino Spontaneo "Strade Verde e Parcheggi" - si legge in una nota firmata da Rossi - sono ad esprimere l'apprezzamento per lo sforzo dell'amministrazione comunale di soprassedere ai parcheggi sotterranei ma non è quello il vero problema di quanto sta accadendo a Cuveglio. Se parecchi cittadini si sono riuniti e si è formato un Comitato Spontaneo Cittadino è per tanti motivi elenco i principali:

1) la viabilità comunale insopportabile! Ad esempio si è chiusa la piazza mercato che deviava parte del traffico verso Cuvio ,non si sa perché si continuano a creare code mediante l'uso di semafori senza valutare e prevedere soluzioni alternative(studio di fattibilità di una rotonda che preveda lo spostamento della fermata ex Tram)oppure si usa una strada secondaria utilizzata da tutte le auto da e per Cuvio che non utilizzano l'incrocio semaforico (via Rossini).

2) una gestione del verde manca, parchi non adeguati e segnaletica per i turisti incompleta! Ora altri 19.000 euro, oltre al doppio di contribuzione regionale, per realizzare un parco inutile e confinante con una strada statale; si contesta inoltre la mancanza di manutenzione del verde già presente, sia comunale che di privati che confinano con le vie comunali.

3) parcheggi inesistenti dove invece servirebbero e parcheggi presenti tenuti in maniera penosa; il voler rifare la piazza mercato del paese sembrava portasse via almeno 30 parcheggi e in caso di eventi pubblici dove avrebbero posteggiato le restanti auto? Quindi il problema non è tanto l'interramento o meno di parcheggi (comunque nefasto) ma una visione globale di una corretta gestione di queste problematiche.

4) il recupero della ex fermata del Tram, a soli fini propagandistici dell'attività di maggioranza (e la conseguente esclusione del pensiero della minoranza) non va bene. La ex fermata del tram è vero che è stata sistemata con soldi pubblici? e allora perché non permettete il suo utilizzo anche alla Minoranza? Ai cittadini come a noi del Comitato non va giù! Esiste uno spazio comunale (quindi di tutti) e allora che venga utilizzato da tutti! Maggioranza, Minoranza, Noi del Comitato e che ci sia pure un Comitato a favore del parco inutile come della chiusura della piazza! Solo così c'è un vero confronto e non di facciata. Questo un principio elementare di democrazia, questo un principio elementare del diritto alla libertà di espressione, e non, come alcuni siti FB di gruppi di Cuveglio,  bannare come accade a Cuveglio le idee altrui come fossero i detentori di ciò che è giusto o meno. Normale che essendo di parte, dimenticate, ma sono morte delle persone per permettere la libertà di espressione. Vergognatevi.

Il Comitato inoltre, nel suo programma ha anche la richiesta di sapere:

1) quali siano tutti gli immobili di proprietà del Comune 2) di sapere quali siano tutti i terreni di proprietà comunale e 3) quali siano tutti i cespiti, le attrezzature e quanto altro viene gestito "non da proprietari" ma essendo soldi di tutti, da amministratori, assessori pro-tempore.  Questi 3 semplici punti, non sono trasmessi bene ai cittadini e questo sarà uno dei compiti del Comitato. Vero è che la legge non ammette ignoranza, ma la legge a volte mantiene l'ignoranza.

Il Comitato raggiunto lo scopo di ricevere informazioni, informare i cittadini come si deve, fare proposte sensate negli ambiti sopra descritti preciso che ha una durata ben definita e pertanto si scioglierà come già successo nella fusione di facciata, fortunatamente andata male per loro, gli stessi che, alleati nell'interesse di una fusione di facciata l'8 luglio 2018 data del referendum perso, ora si legge che non sono più alleati. Il Comitato è apolitico e apartitico e riconoscerà la bontà di una idea/progetto che arrivi dalla maggioranza o minoranza, importante che sia nell'interesse dei cittadini di Cuveglio, sarà scontato ma è sempre meglio ricordarlo».

Alessandro Rossi, presidente pro-tempore Comitato Cittadino "Strade Verde e Parcheggi"

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore