/ Hockey

Hockey | 01 aprile 2021, 22:50

Per noi resta tutto un sogno: Mastini ko a Merano ma non finisce qui. Ci rivediamo sabato

Un film già visto in gara-3 vinta 4-1 dal Merano grazie al 3-0 del primo tempo, ma il finale è ancora tutto da scrivere. Chi avrebbe detto l'agosto scorso che il Varese sarebbe arrivato ad affrontare le Aquile in una partita che mette in palio la bella per andare a giocarsi il titolo?

Non finisce alla Meranarena la stagione dei Mastini (foto Jhonny Pandolfi)

Non finisce alla Meranarena la stagione dei Mastini (foto Jhonny Pandolfi)

Un film già visto, ma il finale non è ancora scritto. Il Merano si sfoga nel primo tempo sul Varese (3-0, come in gara-1), che reagisce nel secondo (1-1 il parziale con lo squillo d'orgoglio suonato da Schina) e anche nel terzo, concluso 0-0, ma non intoneremmo marce trionfali come quelle che abbiamo avuto la sensazione di cogliere alla Meranarena, soprattutto dopo il terzo gol (più in basso la cronaca del match raccontata da Max Airoldi).

Va bene, le Aquile hanno vinto meritatamente la terza gara e portato la semifinale sul 2-1, ma a ben guardare - visto che sono la squadra meno "semi-professionistica" e più potente con ambizioni da Alps - avrebbero già dovuto essere 3-0. E invece non lo sono, e invece hanno ancora i Mastini tra i piedi. Quindi, il loro volo in finale non è ancora concluso.

Era forse scritto che i gialloneri, ancora una volta battuti lontano dalla loro tana, si giocassero l'accesso alla "bella" dove tutto è iniziato, 11 vittorie (consecutive) fa (le vittorie di fila in casa sono 12, considerando anche l'ultima uscita dell'Agorà con l'Unterland dopo il primo ko a Milano contro il Bressanone del 4 ottobre scorso). Chi di noi e di voi avrebbe sognato lo scorso agosto, quando era incerto perfino il futuro, vista l'assenza del palaghiaccio, di arrivare a giocarsi in una partita secca la possibilità di trascinare il Merano a gara-5, cioè alla finale con un palio la finale del campionato?

Comunque vada sabato, prima di quest'ultima, ma forse non ultima gara ci sono stati 6 mesi e 23 partite in cui il Varese merita solo applausi perché ha saputo conquistare con il suo spirito, l'attaccamento, le giocate e l'indistruttibilità l'amore di nuovi tifosi e l'ipoteca vincente sul futuro.

Merano  -  Mastini Varese    4-1  (3-0,  1-1,  0-0)
Reti: 00’53” (M) Ansoldi (V. Ahlstroem), 10’56” (M) V. Ahlstroem (Ansoldi, O. Ahlstroem), 19’24” (M) O. Ahlstroem (Juscak) PP1, 33’33” (MV) Schina (Vanetti, Raimondi) PP1, 34’06” (M) Platzer.
MERANO: 34 Tragust (31 Marinelli), 6 Radin, 19 Beber, 26 Stablum, 10 Hellweger, 47 Pfoestl, 50 Borgatello, 60 Doliana, 12 Mitterer, 13 Gellon, 23 Lombardi, 61 Thaler, 63 Verza, 68 V.P Ahlstroem, 71 Ansoldi, 81 Juscak, 86 O.E. Ahlstroem, 93 Kobler, 94 Cassibba, 98 Platzer. Coach: Douglas Brian Mc Kay
MASTINI VARESE: 65 Tura (29 Bertin), 3 Schina, 8 A. Bertin, 22 E. Mazzacane, 44 De Biasio, 66 Payra, 90 Ilic, 9 Drolet, 13 Gasparini, 16 Vanetti, 18 Cordin, 23 M. Borghi, 27 M. Mazzacane, 31 Allevato, 32 P. Borghi, 33 Xamin, 54 Gherardi, 55 Piroso, 91 Raimondi. Coach: Claude Devèze. 
Arbitri: Alex Lazzeri, Simone Soraperra (Andrea Carrito, Lukas Fleischmann).
Note - Tiri Mer 24, Var 29. Penalità Mer 10', Var 10'.

Semifinali, gara-3 
Merano-Varese 4-1. Serie sul 2-1 dopo Merano-Varese 6-3 e Varese-Merano 4-3 (rigori).
Unterland-Caldaro 2-3 ai rigori. Serie sull'1-2 dopo Unterland-Caldaro 4-2 e Caldaro-Unterland 2-1.

Sabato 3 aprile, gara-4: ore 19.30 Caldaro-Unterland, ore 20.30 Varese-Merano.
Martedì 6 aprile, 20.30, eventuale gara-5: Merano-Varese, Unterland-Caldaro.

La cronaca di gara-3 grazie nelle parole di Max Airoldi.

Il Merano vince gara 3 e passa a condurre la serie per 2 a 1. Frutto della vittoria per 4 a 1 ottenuta questa sera dopo un primo tempo in cui, esattamente come in gara 1, i meranesi chiudono la prima frazione con tre reti di vantaggio.

Inizio subito in salita per i Mastini, che dopo 53” devono raccogliere il primo disco in porta infilato da Ansoldi su assist di Victor Per Ahlstroem. È la prima linea del Merano che fa scintille e che consente alle Aquile di chiudere il primo drittel avanti di tre reti, proprio come nella partita di gara 1 della scorsa settimana. Grande merito va ai gemelli Ahlstroem che da soli valgono mezza squadra ospite e mettono da parte il buon tesoretto del triplice vantaggio. La prima rete subita non fa bene al Varese che gioca un po’ col freno a mano tirato e subisce la pressione della formazione di casa. I Mastini si scrollano di dosso un po’ di timore e provano a giocare con il baricentro più alto, ma senza trovare la via del gol. La prima rete subita dopo una manciata di secondi dall’inizio e il tris calato dal Merano quasi sulla sirena hanno condizionato molto la partita dei gialloneri.

Diverso è il secondo periodo il cui ago della bilancia pende maggiormente per la formazione ospite. I Mastini insistono e giocano con una fisicità maggiore. La rete giunge al 33’33” e la realizza il numero 3: Andrea Schina capitalizza un doppio scambio tra Vanetti e Raimondi. Non c’è però il tempo per gioire perché dopo qualche secondo arriva la quarta marcatura dei padroni da casa e la realizza Platzer. I Mastini provano a spingere ma Tragust è molto presente. Il powerplay non ha funzionato nelle due occasioni avute durante la frazione centrale.

Terzo tempo che vede i gialloneri giocare meglio e ad armi pari, ma purtroppo i powerplay in apertura e in chiusura, nuovamente non sorridono alla formazione varesina. Al minuto 47 una palese irregolarità di Radin su Pietro Borghi non viene sanzionata e si continua a giocare in parità numerica. Una conclusione di Marcello Borghi prima e una di Piroso poi, vengono parate da Tragust. I minuti finali vedono la formazione giallonera proporre gioco in avanti ma senza creare grandi grattacapi alla retroguardia del Merano.

Sabato sera a Como si disputerà gara 4 alle ore 20.30.

Qui sotto nella gallery le foto dalla Meranarena del "mastino" Jhonny Pandolfi che, come sempre, ringraziamo.

A.C.


Vuoi rimanere informato sui Mastini Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo MASTINI VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP MASTINI VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore