/ Eventi

Eventi | 18 marzo 2021, 17:16

Busto rende omaggio a Dante così contemporaneo e vicino a noi

La vicesindaco Manuela Maffioli: «Quattro appuntamenti di natura molto differente in occasione dei 700 anni dalla morte, il primo il 25 marzo in basilica». Un percorso intenso e condiviso con diverse realtà, un'occasione culturale che è anche viaggio nella speranza

Busto rende omaggio a Dante così contemporaneo e vicino a noi

Dante ci parla, in questa delicata epoca più che mai. Busto Arsizio potrà vivere questa sua contemporaneità in momenti uno più intenso dell'altro, in un ricco programma che è anche un viaggio nella speranza.

«Quattro appuntamenti in calendario di natura molto diversa da quella prettamente letteraria a quella cinematografica, a quella musicale» afferma la vicesindaco e assessore alla Cultura Manuela Maffioli. Un omaggio, quello che si renderà al Sommo Poeta per il settecentesimo anniversario della morte, che vedrà autorevoli interventi, eccellenze anche della città.

GUARDA IL VIDEO

Il primo appuntamento sarà il 25 marzo: monsignor Marco Ballarini, prefetto della Biblioteca Ambrosiana e direttore dell’Accademia Ambrosiana, nel “Dantedì” istituito dal Consiglio dei Ministri, terrà una diretta streaming in diretta streaming alle ore 19 sulla web tv del Comune (CLICCA QUI). Titolo, “La Preghiera nella Divina Commedia”. Un avvio speciale, nella basilica di San Giovanni, per cui la vicesindaco ha ringraziato monsignor Severino Pagani.

«Ci sembra che ricordare Dante e la sua opera in un momento così difficile come quello che stiamo vivendo, sia particolarmente significativo - ha detto la professoressa Lucia Marrese, la presidente della Fondazione Liceo Crespi che si è occupata dell’organizzazione dell’evento  - È come ricordare che è sempre possibile una speranza, per credenti e non credenti, di un'uscita dall'inferno a riveder le stelle». Così la dirigente del Liceo Crespi Cristina Boracchi ha ribadito: «Dante è di un'evidente contemporaneità. Purtroppo oggi è poco studiato nelle scuole europee, molto in quelle americane». Ma la sua influenza è diffusa, in diverse arti, cinema,  musica e persino fumetti compresi.

Si proseguirà, con l'occhio rivolto anche all'andamento dell'emergenza sanitaria e delle restrizioni.  Il 13 maggio alle ore 21 in diretta streaming sui canali social dell’Associazione Caffè letterario sarà trasmesso un incontro con Louis Nero, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico che dialogherà con Rosa Versaci, psicologa, psicoterapeuta e presidente dell’Associazione. «Racconteremo dell’esperienza del regista che si è inoltrato negli angoli oscuri della mente umana e ha descritto il malessere intellettuale - osserva Versaci -. Parleremo de Il mistero di Dante, film che ha diretto nel 2014». 

Si arriva al 19 giugno (sempre ore 21), con la speranza di trovarsi in un periodo di atmosfera diversa, dal punto di vista della pandemia. Francesco Pellicini, direttore del Festival del Teatro, della Musica e della Comicità, ha parlato lo spettacolo di teatro-canzone “A riveder le stelle”, nel parco di Villa Ottolini-Tosi nell’ambito proprio del festival.“ Protagonisti l’attore Luca Redaelli e il musicista Arrigo Cappelletti: «L'unione felice di musica e parole ci porterà dall’inferno al paradiso. Non mancheremo di mettere in evidenza, come fa tipicamente il nostro festival, la comicità di Dante, un aspetto poco considerato ma molto presente in forma sottile e intellettuale».

Settembre porterà infine un altro momento importante: il 14 alle ore 20.45 i Molini Marzoli ospitano un’altra lectio magistralis dal titolo “Viaggio con Dante: dal “luogo d’ogni luce muto” all’ “Amor che muove il sole e l’altre stelle”. Sarà Giuseppe Frasso, professore emerito di lingua e letteratura italiana e di filologia dell’Università Cattolica di Milano e socio fondatore dell’Accademia di italianistica della Biblioteca Ambrosiana ad affrontare il tema. La serata sarà curata dall’Associazione Noi del Tosi e si rivolge davvero a tutti, anche perché - ha spiegato la professoressa Elide Casati per Noi del Tosi - verrà usato un linguaggio adeguato a un pubblico vasto, in modo da far vivere questo viaggio formativo. Un viaggio che si concluderà nel segno di quella speranza di cui abbiamo bisogno più che mai: con l'Amor che muove il sole e l’altre stelle.

Files:
 Dante locandina (463 kB)

Ma. Lu.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore