/ Salute

Salute | 04 marzo 2021, 09:51

«Avvisata alle 3 di stanotte di non andare all'appuntamento fissato alle 9 di stamattina al centro vaccinale»

Una nostra lettrice di Laveno Mombello racconta l'incredibile disservizio vissuto da una sua parente di 84 anni di Milano, riferibile quindi all'azienda sanitaria del capoluogo lombardo: «Un sms ricevuto in piena notte per disdire la somministrazione del vaccino anti Covid programmata da giorni. Il motivo? La carenza di dosi»

«Avvisata alle 3 di stanotte di non andare all'appuntamento fissato alle 9 di stamattina al centro vaccinale»

«Un sms ricevuto alle 3 di questa notte per avvisare che l'appuntamento, fissato da giorni per questa mattina alle 9 al centro vaccinale era annullato per mancanza di dosi da somministrare»: comincia così una storia di un disservizio sanitario vissuto sulla pelle di una signora di 84 anni.

A raccontarlo a VareseNoi una nostra lettrice di Laveno Mombello parente dell'anziana che risiede a Milano (l'azienda sanitaria di riferimento è, quindi, quella del capoluogo lombardo) che ha raccolto il dispiacere e anche la più che comprensibile frustrazione della congiunta. «Mia cugina - racconta la nostra lettrice - mi ha chiamato questa mattina per raccontarmi questa disavventura e questo disservizio incredibile che ovviamente l'ha turbata molto oltre che delusa, visto che l'appuntamento al centro vaccinale era stato fissato da giorni per questa mattina». La signora che si era registrata al portale attraverso il suo medico di base, tutto si aspettava fuorché di ricevere un sms alle 3 di stanotte. «Per fortuna non lo ha sentito altrimenti si sarebbe anche svegliata in piena notte - prosegue il racconto della parente - e lo ha letto questa mattina per fortuna in tempo utile per non recarsi al centro vaccinale». 

Anche perché un over 80 non è certo solito compulsare il telefonino ad ogni notifica che arriva. «Nel sms arrivato la motivazione addotta per l'annullamento dell'appuntamento è stata quella della mancanza di dosi - continua la nostra lettrice - possibile che non si sapesse prima delle 3 di notte di questo problema di approvvigionamento?». Anche perché un'altra amica over 80 della signora che aveva appuntamento per domani 5 marzo è stata avvertita almeno ieri, sempre via sms, di non recarsi al centro vaccinale per lo stesso motivo. «Mia cugina si era già ovviamente organizzata per recarsi al centro vaccinale sia per farsi accompagnare sia per il mezzo di trasporto e ha dovuto annullare tutto - conclude la nostra lettrice lavenese - senza contare l'aspetto psicologico visto che ormai era sicura di ricevere la somministrazione e quindi sentirsi più protetta dal virus, anche perché non le è stato fissato un nuovo appuntamento e quindi non sa più nulla se e quando potrà ricevere il vaccino». 

 

Matteo Fontana

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore