Varese - 03 marzo 2021, 12:29

VIDEO. Chef Altamura: «Varese ha enormi potenzialità, basta aprirsi ed essere uniti»

Il titolare della Cucina di Altamura ospite ieri sera del nostro talk show Backstage: «La concorrenza aiuta il commercio, basta non fare gli orticelli. Ho il biancorosso del cuore, quello della mia Bari e quello di Varese»

VIDEO. Chef Altamura: «Varese ha enormi potenzialità, basta aprirsi ed essere uniti»

Commercio, movida varesina e qualche idea per il futuro della città nella chiacchierata con lo chef Maurizio Altamura della Cucina di Altamura. Sono stati questi i temi principali trattati dalla ventunesima puntata di #Backstage, il talk show di VareseNoi in onda tutti i martedì sera.

Chef Maurizio, rispondendo alle domande del direttore Andrea Confalonieri, ha lanciato un appello all'accoglienza, all'unità e alla collaborazione al mondo del commercio e dei locali varesini per osare, avere coraggio e ripartire al più presto ridando slancio a una città ricca di potenziale come Varese («Sorridete! Il buongiorno dovrebbe essere reso obbligatorio quando si incontra una persone o si entra in un locale»). 

L'imprenditore pugliese, ormai varesino di adozione, ha raccontato la sua idea di città, aperta e innovativa. Non sono mancate proposte per gestire durante l'emergenza Coronavirus le aperture dei locali con regole che permettano di salvaguardare il commercio e la salute pubblica. «Sono dell'idea che le due cose possano convivere, ad esempio permettendo l'afflusso nei locali solo a chi siede distanziato ai tavoli, evitando gente in piedi assembrata».

Per quanto riguarda chiusure e nuove aperture di locali, anche in mano a imprenditori cinesi, come nel caso dell'ex Conchiglia di Casbeno, chef Altamura ha detto: «La concorrenza aiuta il commercio, ogni nuova serranda alzata o rialzata fa bene anche al locale vicino».

«Questa città è bellissima se ognuno fa la sua parte, senza invidia o guardando il proprio orticello ma aprendosi e facendo squadra - ha concluso lo chef - io porto il biancorosso nel cuore, quello della mia Bari ma anche quella di Varese, una città che ha ancora tantissimo da dare».

Rivedi qui sotto l'intera puntata.

La notizia data in tempo reale a inizio trasmissione sulla riapertura dell'asporto per i bar anche dopo le 18 è stata poi in serata corretta da una precisazione importante del Ministero della Salute: «E' rimasto il divieto di asporto per le attività dei bar (codice Ateco 56.3) dopo le 18, come per gli altri esercizi commerciali della stessa tipologia. Viene consentito ora l’asporto fino alle 22 dalle enoteche o esercizi di commercio al dettaglio di bevande (codice Ateco 47.25). Resta, ovviamente, vietato il consumo sul posto».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU