/ Cronaca

Cronaca | 25 febbraio 2021, 08:45

Follia a Varese: picchia la moglie, poi scappa in auto dalla polizia rischiando di travolgere macchine e pedoni. Arrestato

E' terminata in viale Europa la fuga di un quarantenne inseguito dalla Volante dopo aver aggredito la compagna. Dovrà rispondere di resistenza a pubblico ufficiale, maltrattamenti in famiglia e guida in stato di ebbrezza

(foto d'archivio)

(foto d'archivio)

La Polizia di Stato di Varese ha arrestato un uomo, cittadino salvadoregno di 40 anni già noto alla giustizia. Ora dovrà rispondere di resistenza a pubblico ufficiale, maltrattamenti in famiglia e guida in stato di ebbrezza. E' successo nelle scorse ore a Varese.

 L’intervento delle Volanti della Questura è iniziato con la richiesta di aiuto della compagna dell'uomo per la violenza subita da parte del marito, che al suono delle sirene è fuggito di casa per non farsi trovare dai poliziotti.

Mentre una squadra è rimasta ad assistere la donna, visibilmente scossa e spaventata, un’altra Volante si è messa sulle tracce del fuggitivo che, non curante del traffico in città, si è dato alla fuga a folle velocità rischiando di travolgere pedoni e automobilisti. Raggiunto in viale Europa e costretto a fermare la propria corsa, fuori dall’auto si è scagliato contro gli operatori che hanno dovuto ricorrere allo spray al peperoncino e a tutta la loro professionalità per contenerlo ed evitare ulteriori conseguenze. 

Nelle tasche del quarantenne, ubriaco e alterato dall’uso di sostanze, è stato trovato anche un coltello a serramanico con una lama di circa 10 centimetri. Arrestato per resistenza, dovrà rispondere anche del reato di maltrattamenti in famiglia e guida in stato di ebbrezza.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore