/ Territorio

Territorio | 24 febbraio 2021, 18:34

Olgiate in lutto per Mario Tronconi, colonna della Pro Loco e volontario sempre in prima linea

Classe 1944, era un riferimento per tutta la comunità, pronto a dare una mano in ogni iniziativa. Il presidente Paletti: «Un grande amico, che ci mancherà tantissimo». Il sindaco Montano: «Un pilastro del paese intero»

Mario Tronconi era un riferimento per la Pro Loco e tutta Olgiate

Mario Tronconi era un riferimento per la Pro Loco e tutta Olgiate

In una giornata Olgiate Olona ha perso due figure molto vicine al cuore dei suoi abitanti; nella notte tra martedì e mercoledì 24 febbraio, infatti, si è spento don Eligio Genoni (LEGGI QUI) e poche ore dopo lo ha seguito Mario Tronconi, classe 1944, storico membro della Pro Loco cittadina.

Sempre in prima linea

«Mario non era nel consiglio della Pro Loco – spiega il consigliere Michele Albè – ma questo non deve trarre in inganno; il suo impegno non è mai stato da meno rispetto a quello degli altri, ed era sempre in prima linea sia quando c’era da organizzare qualche iniziativa, sia quando si doveva fisicamente lavorare per mettere in piedi un evento. Sapevamo che non stava bene da qualche mese, ma la sua scomparsa ci ha colpiti tutti, e di lui ricorderemo soprattutto la grandissima forza di volontà e il desiderio di far star meglio gli altri. Anche in quest’ultimo periodo spesso era lui a tirar su di morale noi che lo andavamo a trovare». 

Come ha sottolineato il capogruppo di Paese da Vivere, infatti, Mario Tronconi era una presenza fissa ad ogni iniziativa organizzata in paese, sempre in prima linea, sorridente e disponibile, anche in situazioni che avrebbero provato spiriti meno forti, come ad esempio la cucina dei Girinvalle nel caldo torrido di giugno.

Una delle vere e proprie colonne portanti dell’associazione, durante la giornata lo si vedeva spostare da un luogo all’altro, cercando ogni volta di dare il proprio contributo laddove il lavoro degli altri era più pesante e la sua presenza poteva quindi alleviare, seppur momentaneamente, la fatica altrui.

«Oggi se n’è andata un’altra colonna portante della nostra associazione – sottolinea il presidente Artemio Paletti – un socio storico della Pro Loco e un grande amico, che ci mancherà tantissimo non solo per il suo lavoro e il suo impegno, ma anche per la sua positività. Quando si faticava per montare le strutture delle feste, ad esempio, Mario, tra un bonario borbottio e l’altro, era il primo a fare una battuta per tirare su il morale degli altri, per far loro sentire meno la stanchezza, sempre attento in primo luogo al benessere di chi gli stava attorno. Sicuramente il nostro gruppo di volontari non sarà più lo stesso, la Pro Loco, e l’intera comunità, ha perso una bellissima persona, e il suo ricordo sarà con noi ogni giorno».

Un volontario, un tesoro

«Ci ha lasciato una parte dell’anima della Pro Loco e di Olgiate – commenta il sindaco Gianni Montano – un grande pilastro non solo dell’associazione, ma del paese intero. Mario era una di quelle persone che hanno fatto parte della storia della nostra comunità, anche prima della nascita della Pro Loco, partecipando al palio e agli altri eventi che da sempre hanno segnato la vita cittadina, e la sua assenza si farà molto sentire, soprattutto in un periodo come quello che stiamo attraversando».

Aggiungendo: «Mai come adesso, infatti, le associazioni, e i volontari che danno loro vita, si sono rivelate fondamentali sia per dare un aiuto nel concreto ai propri concittadini, sia per mantenere unita e viva la comunità».

Loretta Girola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore