/ Territorio

Territorio | 23 febbraio 2021, 16:40

Coronavirus, Viggiù in zona rossa per un'altra settimana. Nei prossimi giorni sarà vaccinata tutta la popolazione tra i 18 e i 65 anni

L'annuncio del sindaco Emanuela Quintiglio alla popolazione: «Decisione presa in seguito ai dati non confortanti dei contagi che, dopo una fase di calo, hanno visto una nuova risalita». A giorni al via la somministrazione del siero AstraZeneca ai cittadini maggiorenni sotto i 65 anni

Coronavirus, Viggiù in zona rossa per un'altra settimana. Nei prossimi giorni sarà vaccinata tutta la popolazione tra i 18 e i 65 anni

Viggù resterà in zona rossa per un'altra settimana. Lo ha annunciato poco fa il sindaco Emanuela Quintiglio. «Mi ha appena informato il Presidente di Regione Lombardia che il nostro comune resterà, purtroppo, in zona rossa per un'altra settimana a causa dei dati non confortanti dei contagi che dopo una fase di calo ha visto una nuova risalita - ha spiegato il primo cittadino - Il dato esatto dei contagi e delle varianti individuate non mi è stato comunicato e sarà mia premura fornirlo non appena a mia disposizione».

«Confermo che Regione Lombardia ha dato disposizioni per la vaccinazione anti covid di tutta la popolazione di Viggiù dai 18 ai 65 anni compresi (vaccino AstraZeneca). La vaccinazione inizierà a partire dai prossimi giorni non appena si avrà sufficiente disponibilità di vaccini» ha aggiunto Quintiglio.

Il sindaco ha poi aggiornato la popolazione su alcune situazioni che hanno sollevato dubbi: «In attesa della pubblicazione dell’ordinanza regionale, segnalo che su indicazione ricevuta questa mattina dal Prefetto di Varese i centri estetici, anche in zona rossa, possono restare aperti e saranno accessibili ai soli residenti di Viggiù».

Sul capitolo scuole invece il sindaco ha ribadito che è «confermata la chiusura e l’impossibilità di frequenza in presenza degli Istituti fuori paese per gli studenti viggiutesi fatta eccezione solo per gli studenti (con tampone negativo) per i quali non ci sia assolutamente “alternativa” alla frequentazione in presenza (indicazioni prefettizie), ferma la raccomandazione agli istituti scolastici ad organizzare la dad per gli studenti viggiutesi».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore