/ Hockey

Hockey | 20 febbraio 2021, 21:12

FOTO. Mastini vincenti e lanciati: adesso vi aspettiamo ai playoff. E guai a chi ce li toglie

Una fantastica partita contro un Alleghe indomabile è decisa da una doppietta di Raimondi e dal gol a porta vuota di Schina a 33 secondi dalla fine (5-3). Lunedì riunione decisiva delle società dopo le chiusure per Covid di settimana prossima a Merano e in Alto Adige. Basta rinviare i playoff... Tutte le foto di Alessandro Galbiati

L'urlo di Raimondi, migliore in pista, dopo la doppietta è l'urlo di tutti i Mastini (foto Alessandro Galbiati)

L'urlo di Raimondi, migliore in pista, dopo la doppietta è l'urlo di tutti i Mastini (foto Alessandro Galbiati)

Lasciamo stare per un attimo il risultato, la vittoria per 5-3 all'ultimo respiro grazie a un gol a porta vuota di Schina a 33 secondi dalla fine contro un indomabile Alleghe, una partita mozzafiato, veloce e bellissima, il quarto posto finale dopo un campionato in cui il Varese, senza casa e senza pubblico, avrebbe anche potuto non esserci ma invece c'è, e alla grande.

Lasciamo perdere tutto per dire soltanto una cosa: adesso fateci giocare i playoff, prendetevi tutto il tempo per uscire dalle chiusure per Covid (siamo vicini al Merano e all'Alto Adige colpiti dal contagio più di tutti: noi, in Lombardia, siamo fatti così e abbiamo il cuore in mano) ma questo campionato deve finire: se lo meritano i ragazzi, le società e i tifosi che, pur da lontano, meritano una scarica di adrenalina finale come quella che loro hanno donato per tutta la stagione, dal palaghiaccio o soffrendo da casa, all'hockey su ghiaccio.

Lunedì dalla riunione decisiva delle società dovrà uscire questo: il campionato si concluderà nonostante la settimana senza allenamenti in Alto Adige (probabilmente due per il Merano) a costo di fare partire i playoff in ritardo. Se l'hockey ha dato una lezione al calcio, l'anno scorso, fermandosi prima di tutti, quest'anno non può tradire quella stessa lezione, andando avanti perché è questo, ora, il segnale da dare. Diminuite pure le partite dei quarti (al meglio delle tre), perfino della semifinale se serve o giocate magari la finale in sede unica ma fateci finire questo campionato. Ce lo meritiamo, ve lo meritate tutti.

E adesso lasciateci anche Paolino Capobianco a tutte le partite, con la sua musica, la musica da speaker, la musica della vita, la musica dell'amicizia. Che fa ballare, come direbbe lui con la solita ironia, anche i morti.

Nel terzo periodo ancora una volta vediamo l'Alleghe a un passo dal 3-3 in inferiorità numerica (è tutta la stagione che succede di vedere il Varese con l'uomo in meno beccare gol o rischiare grosso: ci spiegate il perché?) prima del tiro all'angolino di Cordin (4-2), forse il migliore in stagione, per continuità, con De Biasio, e degli ospiti immortali (4-3 di Da Tos), del palo di Bertin e del 5-3 a porta vuota di Schina. 

Ma è stato Raimondi, in gas come giovedì scorso, a essere immarcabile e a decidere anche nel secondo periodo, come aveva già aperto le danze nel primo: un secondo dopo che Edgar De Toni si era trovato da solo davanti a Tura con il disco del 3-2 che avrebbe ribaltato il match in 11', per di più con gli ospiti in inferiorità numerica, Edo insaccava il nuovo vantaggio giallonero (3-2) di una partita e, in particolare, di un secondo tempo davvero stupendo.
 
Le Civette erano ripartire a razzo nel secondo periodo, recuperando due gol ai Mastini in 1'28": Edgar De Toni, sempre lui, l'aveva riaperta meritatamente con un tiro secco all'angolino (1-2) da posizione centrale su cui Tura nulla poteva e poi il fortissimo Kiviranta concludeva una velocissima azione in contropiede entrando quasi in porta con il dischetto per il 2-2 .

Primo tempo bello, veloce, pattinato a mille all'ora e con tante emozioni, dalla micidiale zampata di Raimondi (1-0) sulla bordata di Drolet al miracolo di Tura su Dall'Agnol, a tu per tu con l'1-1, dal disco che colpiva la traversa in inferiorità numerica scagliato da Michael Mazzacane alla sfortunata deviazione di Ganz su zampata di Vola (2-0) in contropiede. Oltre al risultato, c'era già stato di più. Un "di più" chiamato emozioni. Grazie anche all'Allleghe.

Mastini Varese  -  Alleghe  5 – 3   (2-0,  1-2,  2-1)
Reti: 13’19” (V) Raimondi (Drolet) PP1, 17’12” Vola, 23’19” (A) De Toni (Soppelsa, Kiviranta) PP1, 24’47” (A) Kiviranta (Dall’Agnol, De Toni), 31’28” (V) Raimondi (Vanetti, Schina), 46’05” (V) Cordin (De Biasio, Vola) PP1, 54’21” (A) De Toni (Kiviranta, Da Tos), 59’27” (V) Schina EN
MASTINI VARESE: 65 Tura (29 Bertin), 3 Schina, 8 A. Bertin, 22 E. Mazzacane, 31 Allevato, 44 De Biasio, 90 Ilic, 9 Drolet, 13 Gasparini, 15 R. Ambrosoli, 16 Vanetti, 18 Cordin, 19 Vola, 27 M. Mazzacane, 32 P. Borghi, 54 Gherardi, 55 Piroso, 91 Raimondi. Coach: Claude Devèze
ALLEGHE: 1 Scola (30 De Silvestro), 3 Damin, 5 N. Soppelsa, 12 Malaj, 19 Da Tos, 23 Ganz, 93 De Giacinto, 4 Kiviranta, 21 M. Dall’Agnol, 22 Soppelsa, 45 De Toni, 52 De Ceuster, 66 Dell’Osbel, 71 De Silvestro, 89 E. Martini, 93 De Giacinto, 99 Giolai. Coach: Juhani Matikainen
Arbitri: Jeremy Bassani, Willy Vinicio Volcan (Fabrizio De Toni, Giulio Soia).
Note - Tiri Var All. Pen Var 6' All 10'.

Nona giornata, ultima di stagione regolare
Varese-Alleghe 5-3, Valdifiemme-Unterland 1-7, Appiano-Merano 5-6 overtime, Bressanone-Caldaro 6-8.

Martedì 23, ore 20.30 (recupero quinta giornata): Merano-Bressanone.

Data o risultato a tavolino (5-0 Merano?) da stabilire (tredicesima giornata): Merano-Caldaro.

Classifica CAMPIONATO (prime otto ai playoff)

POS SQUADRA PARTITE PUNTI

1 HC Merano Pircher 14 32

2 Hockey Unterland Cavaliers 16 29

3 SV Kaltern Caldaro rothoblaas 15 27

4 HC Varese 1977 16 26

5 HC Eppan Appiano 16 21

6 HC Falcons Brixen Bressanone 15 20

7 Valdifiemme HC 16 19

8 Alleghe Hockey 16 18

9 Hockey Pergine Sapiens 16 18

Il comunicato finale dei Mastini.

Partita bella tra Varese e Alleghe, in bilico fino all’ultimo minuto per merito di un Alleghe mai domo e di un Varese che non sa saputo chiuderla al momento giusto, anche sfortunato per due ferri colpiti. Il Varese vince 5 a 3 e ora attende si conoscere l’avversario dei quarti di finale.

Varese senza M. Borghi, Payra e Xamin, Alleghe con qualche defezione, ma con la certezza playoff conquistata con la vittoria a Pergine di due giorni fa.

Bel primo tempo giocato da entrambe le squadre, con Varese che inizia subito a premere e a costringere Scola agli straordinari. Le azioni davanti alla gabbia agordina non si contano e le occasioni fioccano, ma il goalie è bravissimo. La prima rete arriva in powerplay, ma il merito della penalità è tutto di Gasparini che compie uno slalom speciale degno del miglior Alberto Tomba fino a quanto viene falciato a un paio di metri dalla porta. Il powerplay porta Drolet alla conclusione e sulla respinta del portiere si avventa Raimondi che insacca. Il raddoppio arriva grazie al lavoro della quarta linea giallonera: Gasparini ci mette il fisico, il disco arriva in zona centrale di attacco e il tiro di Vola dalla media distanza è deviato in rete da Ganz, che inganna il proprio portiere. Prima della sirena, Tura compie un paio di buoni interventi in chiusura su Soppelsa e De Toni.

L’inizio del secondo tempo è da shock per i Mastini: il blackout giallonero porta al pareggio agordino: la prima rete è una staffilata splendida di De Toni, la seconda arriva invece da un’azione di Kiviranta in contropiede, il quale infila il disco tra palo e portiere. I Mastini reagiscono e ritornano ad alzare il baricentro. Con l’uomo in più arriva il tris dei Mastini e il merito è tutto dello scambio Schina - Vanetti – Raimondi, con quest’ultimo che supera con un fendente rasoghiaccio il portiere Scola. Scola molto bravo ancora in almeno un paio di occasioni, evitando il poker.

Il terzo tempo vede i gialloneri più propositivi e più volte Scola evita il peggio specialmente nei primi minuti, ma nulla può sulla botta di Cordin che timbra la rete spedendo il disco sotto l’incrocio. Il Varese continua a premere, Tura trema solo in un paio di volte e deve inchinarsi sul tiro angolato di De Toni. I Mastini continuano a colgono il secondo palo della serata con una conclusione dalla distanza. L’Alleghe gioca gli ultimi due minuti senza portiere e solo un paio di salvataggi incredibili sulla linea di porta dei giocatori agordini evita la rete varesina. Il punto esclamativo al match lo mette Schina a pochi secondi dalla fine.

Per conoscere l’accoppiamento dei quarti di finale playoff che vedrà interessata la formazione dei Mastini è necessario attendere un paio di recuperi che dovrebbero svolgersi in settimana.

 

Andrea Confalonieri


Vuoi rimanere informato sui Mastini Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo MASTINI VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP MASTINI VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore