Territorio - 29 gennaio 2021, 08:42

Disposizioni più rigide per chi va in Svizzera, ma i frontalieri sono salvi

L’ordinanza in vigore dall'8 febbraio prevede che Lombardia e Piemonte possano essere escluse dalla lista dei Paesi a rischio

Disposizioni più rigide per chi va in Svizzera, ma i frontalieri sono salvi

Criteri più restrittivi per entrare in Svizzera dall'8 febbraio. Il Consiglio federale elvetico ha stabilito nuove disposizioni per chi passa il confine, a seconda del Paese di provenienza e dal mezzo utilizzato per attraversarlo.

Il giro di vite sui controlli, secondo quanto scrive Ticinonews, non dovrebbe però interessare Lombardia e Piemonte in considerazione del rapporto economico e socio-culturale esistente tra queste regioni italiane e la Confederazione.

Quindi nessuna particolare disposizione alle frontiere per chi proviene da queste zone, uno “status” che sarà mantenuto anche in caso di peggioramento della situazione epidemiologica, l’ordinanza prevede infatti che Piemonte e Lombardia possano essere escluse dalla lista dei Paesi a rischio. In sostanza non ci saranno nuove misure per i nostri lavoratori frontalieri.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU