/ Salute

Salute | 28 gennaio 2021, 14:16

Coronavirus. Ats Insubria: «Numero dei contagi stabile, pronto il piano vaccinale di massa sul nostro territorio»

Si è esaurita la discesa del numero dei contagiati registrata nelle scorse settimane: sotto monitoraggio la situazione delle scuole. Presentato alla Regione il piano che dovrà vaccinare quasi 800 mila persone in provincia di Varese con la collaborazione di medici di base e dei Comuni: pronto un hub a Malpensa

Coronavirus. Ats Insubria: «Numero dei contagi stabile, pronto il piano vaccinale di massa sul nostro territorio»

La costante discesa del numero dei contagi da Coronavirus, registrata nelle scorse settimane in provincia di Varese, si è fermata e negli ultimi sette giorni la situazione si è di fatto stabilizzata, anche se a preoccupare è la situazione delle scuole. E' quanto emerso nel consueto appuntamento settimanale organizzato da Ats Insubria per fare il punto sulla pandemia relativamente al territorio della provincia di Varese e di Como; nel corso della conferenza stampa di stamattina è stato presentato anche il piano vaccinale di massa contro il Covid che la stessa Ats Insubria ha proposto alla Regione, la quale è chiamata a valutarlo e a dare il suo via libera. 

LE SCUOLE

Nell'ultima settimana, la situazione dei contagi nel Varesotto si è stabilizzata, sotto la lente d'ingrandimento ci sono le scuole, dall'infanzia alle superiori, soprattutto dopo la ripresa delle lezioni in presenza lunedì scorso. Nel dettaglio, in provincia di Varese, in questa settimana, ci sono 55 classi in quarantena, 24 di nido e infanzia, 23 della primaria, 8 delle medie e nessuna delle superiori, per un totale di 938 alunni e di 125 operatori scolastici. «Una situazione da tenere monitorata soprattutto con il ritorno delle lezioni in presenza alle superiori e per questo raccomandiamo agli studenti di rispettare scrupolosamente tutte le norme anti Covid - sottolineano da Ats - l'auspicio è quello di non assistere a un rialzo dei contagi proprio adesso, alla vigilia della campagna vaccinale di massa».

IL PIANO VACCINALE DI MASSA

A proposito del piano vaccinale di massa, Ats Insubria ha presentato in Regione il proprio progetto per avere il via libera dal Pirellone e che riguarderà, per quanto riguarda la nostra provincia, coinvolge circa 800 mila persone, 392 mila nell'area Asst Sette Laghi e 382 mila in quella della Valle Olona. «Pur con tutte le incertezze legate alla tempistica e alla quantità dei vaccini che arriveranno non possiamo farci trovare impreparati ed essere pronti a partire con le vaccinazioni di massa» hanno sottolineato da Ats il cui piano prevede la realizzazione di un hub a Malpensa e il coinvolgimento dei medici di base e degli enti locali, a partire dai Comuni, con i quali sono iniziate le prime interlocuzioni. Un secondo hub potrebbe essere realizzato nella struttura di via Monte Generoso a Varese. Ats Insubria sta sondando la disponibilità dei medici di famiglia a collaborare nella vaccinazione contro il Coronavirus: sinora il 75% ha risposto positivamente, il 2% negativamente, mentre si attende una risposta dal restante 23%. Il piano vaccinale per le categorie stabilite sta procedendo regolarmente sul nostro territorio; la cosiddetta fase T1 è in via di conclusione con l'inoculazione delle seconde dosi, poi scatterà la fase T1 bis per i rimanenti operatori socio sanitari. Il previsto hub di Malpensa vaccinerebbe tra le 3 mila e le 6 mila persone al giorno per un totale di circa 272 mila persone. 

VARIANTE BRASILIANA 

Ats Insubria ha fornito anche un aggiornamento sulle condizioni di salute del paziente ricoverato al Circolo di Varese a cui è stata riscontrata la variante brasiliana del Coronavirus; l'uomo è totalmente asintomatico e si sta valutando il suo trasferimento in un Covid Hotel del territorio. 

 

Matteo Fontana

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore