/ Territorio

Territorio | 27 gennaio 2021, 00:08

Giornata della Memoria, da Angelica donna di pace in Israele «Ragazzi, grazie e rispettatevi»

Ha conosciuto Angioletto Castiglioni a Busto Arsizio, don Lorenzo Cattaneo a Gorla Minore. Oggi si commuove all'impegno dei giovani: «Credo in voi, rendiamo il mondo migliore»

Angelica e Yehuda

Angelica e Yehuda

Ha conosciuto il deportato Angioletto Castiglioni a Busto Arsizio. Don Lorenzo Cattaneo ha dato il benvenuto a lei e ai ragazzi del teatro della pace in Israele, con uno "shalom" appeso sulla porta. 

Angelica Calò Livné oggi è grata più che mai ai ragazzi di Busto e della Valle Olona LEGGI QUI che portano avanti il loro impegno nella Giornata della Memoria. Manda un videomessaggio in queste ore, da Israele al confine con la Siria e il Libano, convinta che ci sia una sola via per uscire dalla sofferenza e dal vuoto: «Soltanto educhiamo tutti verso un rispetto, profondo, potremo avere un mondo migliore, ragazzi».

Lei e suo marito Yehuda, i loro figli, i ragazzi del teatro Beresheet LaShalom di diverse religioni e culture, l'hanno dimostrato sull'incalzare del nuovo millennio: è conoscersi, rispettarsi, cogliere e amare le differenze come una ricchezza quali sono che preserva dall'odio e dall'intolleranza.

LE INIZIATIVE LEGGI QUI

Marilena Lualdi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore