Donne, impresa e territorio | 26 gennaio 2021, 12:30

«Multitasking, con uno scopo chiaro e tanta forza di volontà»: il ritratto della donna imprenditrice secondo Maria Vittoria Ferreani

Primo appuntamento di “Donne, impresa e territorio”, una nuova rubrica in cui racconteremo storie di donne e di imprese, capaci di dimostrare come la partecipazione femminile sia un valore imprescindibile per la crescita di un territorio

«Multitasking, con uno scopo chiaro e tanta forza di volontà»: il ritratto della donna imprenditrice secondo Maria Vittoria Ferreani

Quale valore aggiunto porta la presenza femminile nelle imprese? Come e quanto la donna contribuisce alla qualità, al successo di un’attività, fino alla crescita del territorio?

Una tematica attuale quanto complessa, di cui parleremo con alcune imprenditrici, anzitutto di AIME Donna (“ramo” femminile di AIME, Associazione Imprenditori Europei), con cui realizziamo in collaborazione questa rubrica, che non hanno mai avuto il timore di mettersi in gioco e che vogliono raccontarci le loro storie. Per questo, è nata Donne, impresa e territorio, rubrica dedicata alle donne che ricoprono (o hanno ricoperto) ruoli rilevanti nella nostra provincia.

La prima esperienza è quella di Maria Vittoria Ferreani, titolare del Ristorante Crotto Valtellina di Malnate, attività di famiglia dal 1980, e Presidente di AIME Donna dal 2018.

Dal ristorante ad AIME Donna, per promuovere le imprenditrici del territorio

Entrata ufficialmente nella gestione del ristorante nel 1986, Maria Vittoria racconta il percorso che l’ha portata, nel febbraio 2018, a fondare AIME Donna, Associazione nata per sostenere l’imprenditoria al femminile: «Nel 2013 sono entrata in Confcommercio Terziario Donna Uniascom nel ruolo di Vicepresidente della provincia di Varese, in cinque anni ho appreso parecchie competenze, poi ho fondato AIME Donna».

La realtà di AIME (Associazione Imprenditori Europei) non era sconosciuta all’imprenditrice, che ne ha subito apprezzato la dinamicità, la missione. Mancava, però, una sezione “femminile”, motivo per cui, insieme ad altre due socie, Graziella Roncati e Paola Della Chiesa, ha deciso di colmare questo vuoto e introdurre una nuova sezione di cui, da tre anni, è Presidente.

Tra altri e bassi, la speranza di ripartire più forti di prima

«Quello che mi porta maggiore soddisfazione è rendermi conto che, dopo tanti sacrifici, in questi anni di attività siamo riusciti a creare un lavoro davvero di qualità, apprezzato anche dai clienti», riflette Maria Vittoria, emozionata, ma con una nota di tristezza nella voce, quando pensa al 2020 e alle difficoltà che il ristorante ha dovuto affrontare, «dopo aver ristrutturato tutto il locale nel 2019, siamo chiusi ormai da 6 mesi per l’emergenza sanitaria nazionale, abbiamo iniziato questa settimana con il servizio d’asporto, sperando che si possa aprire al più presto».

Nonostante tutto, aggiunge: «Sono sicura in una ripresa: siamo fiduciosi».

Uno sguardo al domani e un augurio a tutte le giovani, future, imprenditrici

Se il valore aggiunto che Maria Vittoria porta, nello specifico, alla sua attività è una notevole abilità relazionale, il “plus” di ogni donna, che caratterizza tanto la sua vita quanto il suo lavoro, è l’essere multitasking, «come donne e madri abbiamo una visione più aperta, ci concentriamo su più attività».

Lo dimostra il suo impegno su diversi fronti, dal ristorante, in cui arrivano sempre clienti nuovi, al nostro brand Valbuzzi (prodotti da forno), che «sto lavorando per far conoscere nel mondo», all’Associazione Donne del Vino, a una nuova società, aperta nel 2020, chiamata NUR (dall’arabo “Luce”) dedicata all’ambiente e al benessere, un modo, per l’imprenditrice, per «lasciare un mondo migliore ai nostri figli e alle future generazioni».

Ultima, ma non meno importante, è una continua crescita personale, grazie alla costante partecipazione a corsi di aggiornamento.

Con il pensiero alla sua esperienza, alla sua strada, Maria Vittoria rivolge un invito alle giovani donne che stanno entrando ora nel mondo del lavoro: «Le difficoltà ci saranno sempre, la strada non è dritta, devono avere una visione chiara dei loro obiettivi, di dove vogliono arrivare e poi agire. La soluzione si trova, sempre, se vi impegnate i risultati arrivano, basta seguire quello che avete dentro, fare quello per cui siete nate. Aprite le menti, solo così potrete essere felici e, soprattutto, voi stesse».

Giulia Nicora

Leggi tutte le notizie di DONNE, IMPRESA E TERRITORIO ›

Donne, impresa e territorio

Aime Donna sostiene e promuove il ruolo economico e sociale dell'imprenditoria femminile, proponendosi come strumento di partecipazione e azione che incoraggi e sostenga una significativa presenza della donna imprenditrice negli organi decisionali di aziende, realtà economiche, associazioni. In questo spazio troverete storie di donne e di imprese, che dimostrano come la partecipazione femminile sia un valore imprescindibile per la crescita di un territorio.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore