/ Varese

Varese | 23 gennaio 2021, 08:40

Negozi chiusi per una settimana, Ambrosetti: «Auguro a chi ha sbagliato gli stessi patimenti dei commercianti»

Un danno all'economia, alle imprese e sette giorni di ansia, paure e notti insonni per i lavoratori. La settimana in zona rossa per quello che è stato definito "un errore" fa infuriare chi ne ha subito le conseguenze

Negozi chiusi per una settimana, Ambrosetti: «Auguro a chi ha sbagliato gli stessi patimenti dei commercianti»

Rosso e arancione non sono solo delle sfumature di colore, per chi ha un'attività commerciale equivalgono all'apertura o alla chiusura. Nel secondo caso anche alla preoccupazione, all'ansia di non riuscire a pagare le spese e in alcuni casi al fallimento

Per questo, venire a sapere che si è deciso con leggerezza in che fascia di colore inserire la Lombardia, ha mandato i commercianti su tutte le furie. Sette giorni di chiusure forzate, per quello che è stato definito "un errore" nella trasmissione dei dati (leggi QUI) sull'andamento dei contagi.

«Mi auguro  - si sfoga Polo Ambrosetti, dell'omonima e storica valigeria varesina - che chi ha trascinato per una settimana la Lombardia in zona rossa invece che arancio, tenendo i negozi chiusi e creando danni all’economia di tante imprese e lavoratori, passi gli stessi giorni di ansia, panico, paure e notti insonni che abbiamo passato tutti noi».

Un danno incalcolabile, come avevano denunciato le associazioni di categoria, per cui il sindaco Davide Galimberti ora chiede una piena assunzione di responsabilità da parte di chi ha sbagliato: «Non si possono prendere in giro i cittadini, gli studenti, le famiglie, le imprese e i lavoratori. Spero che emergano le responsabilità» (leggi QUI).

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore