/ Varese

Varese | 23 gennaio 2021, 18:59

Addio a Luciano Bronzi, ex sindaco di Varese negli anni novanta

Se n'è andato a 90 anni uno degli esponenti politici di spicco del PSI che, insieme alla DC, governò a lungo Varese prima dell'arrivo della Lega

Luciano Bronzi (il terzo da sinistra) in uno scatto de "La Prealpina" che lo ritrae durante l'insediamento della giunta Gibilisco del 1980

Luciano Bronzi (il terzo da sinistra) in uno scatto de "La Prealpina" che lo ritrae durante l'insediamento della giunta Gibilisco del 1980

Si è spento oggi all'età di 90 anni Luciano Bronzi, ex sindaco di Varese ed esponente di spicco del Partito Socialista Italiano

Primo cittadino dal 1990 al 1992, si dimise perché coinvolto nelle indagini nell'ambito dell'inchiesta varesina di Mani Pulite, che ne portò poi all'arresto e alla condanna.

Bronzi fu un protagonista della vita politica e sociale di Varese per moltissimo tempo. Assessore e consigliere comunale per 15 anni, le sue dimissioni da sindaco segnarono anche la fine del governo del pentapartito in città.  

«E’ stato un punto di riferimento per i socialisti riformisti di Varese dagli anni 50 sino ai nostri giorni  - lo ricorda Robertino Ghiringhelli – Fu tra i fautori della realizzazione di Viale Europa e grande sostenitore della tutela dei luoghi significativi della città, compresi i rioni tra i quali la zona di Belforte e Giubiano. Fu sostenitore anche del movimento cooperativo e tra i fondatori della Nuova Urbanistica che tra gli anni ’70 e ‘80 costruì molte abitazioni, venendo incontro alle esigenze di cittadini e lavoratori»

Valentina Fumagalli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore