/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 23 gennaio 2021, 09:38

L’associazione “Amici di Angioletto” organizza un corso di formazione sulla Shoah

La prima lezione online destinata a studenti e insegnanti si terrà lunedì 25 gennaio, in vista del Giorno della Memoria. Coinvolti il liceo “Candiani-Bausch”, l’Istituto Verri e gli Istituti Cavallotti-Siae Marchetti

L’associazione “Amici di Angioletto” organizza un corso di formazione sulla Shoah

In occasione delle celebrazioni del Giorno della Memoria, che ricorre il 27 gennaio, lunedì 25 gennaio alle ore 11.30 si terrà la prima lezione del corso online per studenti e insegnanti “Per la colpa di essere nati: la Shoah e l’infanzia negata”.

Il corso sarà fruibile in streaming su YouTube. Il link per il collegamento sarà inviato per posta elettronica ai docenti che hanno iscritto le loro classi il giorno precedente la data della lezione. L’organizzazione può fornire anche la videoregistrazione delle singole lezioni (scrivendo a fazzini.patrizia@artisticobusto.edu.it).

A organizzare il corso è l’associazione “Amici di Angioletto”, che mantiene vivo l’impegno del cittadino benemerito Angioletto Castiglioni, vittima della furia nazifascista e strenuo difensore dei giovani, nei quali riponeva una profonda fiducia e con i quali ha intessuto un dialogo costante.

Il corso si articola in sei incontri con relatori d’eccezione, tra cui una diretta streaming dal campo di sterminio di Auschwitz e, a chiusura, la testimonianza delle sorelle Andra e Tatiana Bucci.

Il liceo “Candiani-Bausch”, nel solco della sua tradizione e nell’ottica dell’educazione civica, ha dato pieno e fattivo appoggio alla proposta tramite la dirigenza e grazie alla collaborazione preziosa dei docenti. In particolare: Alessia Recupero ha progettato e realizzato la locandina; Francesco Marelli ha donato una sua opera appositamente realizzata come simbolo dell’iniziativa; Francesco Cunocchiella, renderà possibile la trasmissione in streaming per i più di 600 allievi e docenti iscritti al corso; Mario Voria ha messo a disposizione alcune opere fotografiche per l’allestimento del materiale inerente al corso e si occuperà della progettazione di un sito dedicato.

«La condizione attuale – spiegano gli organizzatori – pone i giovani in una situazione difficile: riflettere sulla recente storia può offrire spunti di approfondimento e di empatica condivisione, premesse per la costruzione di un presente migliore e per il risveglio di un futuro possibile e più giusto. Il sottotitolo del corso recita: “Solo con la conoscenza si viaggia verso una coscienza critica e una cittadinanza attiva”. Questo è il principio che ci anima come docenti, unitamente al monito della senatrice e testimone Liliana Segre che obbliga ciascuno di noi a non rimanere indifferente».

I relatori offriranno gratuitamente il loro contributo e l’iniziativa è resa possibile dalla collaborazione con l’associazione Figli della Shoah, il Memoriale della Shoah di Milano (binario 21) e la sezione Anpi G. Castiglioni di Busto Arsizio. «Nel ringraziare le associazioni per il prezioso contributo – proseguono gli organizzatori – ringraziamo anche i docenti, gli studenti e le scuole che hanno aderito al progetto rendendolo, così concreto. Con il liceo “Candiani - Bausch” sono presenti le scuole IPSSCT Verri e gli Istituti Cavallotti-Siae Marchetti».

La presidente dell’associazione Amici di Angioletto Anna Longo invita a «costruire ogni giorno la torre evocata dall’artista Francesco Marelli, baluardo per la difesa dei diritti umani, in particolari dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza».

Files:
 Locandina Per la colpa di essere nati (3.1 MB)

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore