/ Canton Ticino

Canton Ticino | 12 gennaio 2021, 17:37

Danneggia l'autovelox in Canton Ticino, italiano "incastrato" dalla polizia cantonale

Le ipotesi di reato a suo carico sono quelle di danneggiamento e grave infrazione alla Legge sulla circolazione stradale.

(foto generica dalla pagina Facebook della polizia cantonale ticinese)

(foto generica dalla pagina Facebook della polizia cantonale ticinese)

Se l'è presa con un "radar", come viene chiamato l'apparecchio autovelox in Svizzera, danneggiandolo e cercando di scassinarlo. Ora un cittadino italiano è finito nei guai dopo essere stato identificato dalla polizia cantonale ticinese. 

L'uomo, secondo l'accusa, aveva cercato di forzare la postazione fissa per il rilevamento della velocità in territorio di Balerna. Nelle scorse ore la Polizia cantonale e le Guardie di confine lo hanno però fermato: si tratta di un 43enne cittadino italiano residente nel Mendrisiotto.

Sull'apparecchio erano stati rilevati dei segni di scasso e danneggiamento. Le verifiche e gli accertamenti avviati dalla Polizia cantonale hanno quindi permesso di risalire all'identità del sospetto autore che, nella tarda mattinata di oggi, è stato fermato da una pattuglia delle Guardie di confine in territorio di Vacallo.

Al termine dei verbali di interrogatorio, il 43enne è stato denunciato al Ministero pubblico. Le ipotesi di reato a suo carico sono quelle di danneggiamento e grave infrazione alla Legge sulla circolazione stradale. 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore